Wimbledon: Jannik Sinner ha motivi per sorridere anche nel giorno di pausa

Anche un giorno di riposo può regalare buone notizie.

Jannik Sinner ha iniziato alla grande la sua avventura a Wimbledon 2024, dopo la bella vittoria nella sfida tutta italiana con Matteo Berrettini e il facile successo in tre set su Miomir Kecmanovic. Sabato non ci sono ulteriori impegni per lui sull’erba londinese, ma potrebbe ugualmente rivelarsi una giornata positiva per il talento altoatesino. Tanto più che il torneo continua, e i suoi occhi saranno ben aperti per vedere cosa combineranno i futuri avversari.

Per Sinner è infatti già assicurato un posto agli ottavi di finale di Wimbledon, mentre lo stesso non si può dire per colui che lo affronterà. Si tratta infatti di uno tra Denis Shapovalov e Ben Shelton, costretti allo stop nella giornata di venerdì a causa della pioggia che si è abbattuta sulla loro partita dopo appena cinque game, con lo statunitense in vantaggio per 3-2.

Questo significa che la partita si concluderà con un giorno di ritardo rispetto a quella di Sinner, che potrà pertanto giovare di circa 24 ore di riposo in più rispetto al prossimo avversario. Un vantaggio non irrilevante, in un torneo come Wimbledon noto tra le altre cose anche per la grande mole di energia che fa spendere ai suoi protagonisti.

“Cosa ho imparato in questi anni? A fare amicizia con l’erba… (ride), ad essere molto ‘gentile’ con l’erba: all’inizio facevo tantissima fatica però anno dopo anno sento che sono migliorato. Vediamo cosa accadrà stavolta. Ci vediamo al prossimo turno”, aveva dichiarato a caldo Sinner dopo l’agile vittoria (6-1, 6-4, 6-2) su Kecmanovic. E ora anche meteo e calendario sembrano giocare a suo vantaggio.

Articoli correlati

P