Tebaldi, che rivelazione su Valentino Rossi

L'amministratore delegato della VR46 parla del futuro del Dottore.

Valentino Rossi ha fiducia nella capacità di Yamaha di fornirgli una moto all'altezza, tanto che medita di rinnovare il contratto con la scuderia giapponese fino al 2022. A spiegarlo è l'amministratore delegato della VR46 Alberto Tebaldi: se Uccio è il braccio destro del Dottore, lui è quello sinistro.

Parlando del futuro dell'Academy, Tebaldi ha spiegato che non arriverà in MotoGp una scuderia targata VR46 fino a quando Valentino correrà: e il suo arrivo potrebbe essere ben oltre il 2020. "Sarebbe bello portare in giorno la nostra struttura a livello della top class, ma è un salto enorme e speriamo avvenga il più tardi possibile, perché significa che Valentino sarà ancora protagonista in pista".

"Spero che ci siano le condizioni per cui Vale possa rimanere fino al 2022 - ha dichiarato "Albi" -.  Ha ancora tantissimo da dare e soprattutto gli dà ancora molto gusto guidare le moto. In più lo vediamo tutti in uno stato di forma fisica e mentale eccezionale, frutto anche del lavoro con i ragazzi dell’Academy".

C'è fiducia in Yamaha: "Da fine dell’anno scorso a Iwata hanno iniziato un profondo lavoro di trasformazione interna. Merito della pressione di Lin Jarvis e Mario Meregalli, ma anche Valentino ci ha messo del suo parlando direttamente col n.1 di Yamaha. Già ora si comincia a vedere qualcosa, ma i risultati veri li avremo nel 2020", sono le parole rilasciate a Tuttosport.

valentino rossi

ARTICOLI CORRELATI:

Superbike pronta a ripartire: annunciate le prime date
Superbike pronta a ripartire: annunciate le prime date
Petrucci sbotta su Miller
Petrucci sbotta su Miller
MotoGp, cancellati altri due Gran Premi
MotoGp, cancellati altri due Gran Premi
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena