Furia Lazio: "Arbitraggio sconcertante"

Biancocelesti fermati in casa dal Torino, scoppia la rabbia per il rigore concesso ai granata.

Chiusura d’anno con tanta rabbia per la Lazio, che non riesce a superare in casa il Torino, mantenendo comunque il quarto posto in classifica alla fine del girone d’andata.

L’arbitraggio di Irrati e in particolare la concessione del rigore ai granata per il fallo, sospetto, di Marusic su Belotti nel recupero del primo tempo, hanno fatto infuriare allenatore, dirigenti e giocatori biancocelesti.

Neppure il pareggio firmato Milinkovic, al secondo gol consecutivo, ha lenito la delusione del tecnico Simone Inzaghi: “Nel primo tempo abbiamo dominato e il Toro sarebbe dovuto restare in dieci dopo mezzora per l’espulsione di Izzo, poi ci siamo sbilanciati e nel secondo tempo loro potevano anche raddoppiare. Gli episodi oggi hanno condizionato la gara, dopo l'anno scorso non ho più parlato degli arbitri e non lo faccio, però si fa fatica a tacere se ti vedi fischiare un rigore così contro, quando poi ce n'era uno netto su Acerbi".

Ha fatto sentire la propria voce anche il ds Tare, fuori Italia per lavoro, si è affidato a una nota diramata dal direttore della comunicazione Stefano De Martino: “Totalmente sconcertato”.

Sulla stessa linea Acerbi: “Anche gli arbitri possono sbagliare, però così è un po' troppo. Belotti era già in caduta”.
 

ARTICOLI CORRELATI:

Gastaldello attacca:
Gastaldello attacca: "Questo campionato deve fermarsi"
Malagò:
Malagò: "Chiederemo il rinvio dei Mondiali di Cortina"
Gigi Simoni, commozione per i funerali a Pisa
Gigi Simoni, commozione per i funerali a Pisa
 
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag
Paola Saulino prorompente e sexy