Eurolega: il destino è ancora nelle mani dell’Olimpia Milano

Vincendo le ultime due partite la squadra di Pianigiani sarebbe sicuramente qualificata, indipendentemente dagli altri risultati.

23 Marzo 2019

Quello subito con il Panathinaikos è un ko pesantissimo, ma non definitivo.

La sconfitta di giovedì dell’Olympiacos a Gran Canaria lascia il destino playoff ancora nelle mani della squadra di Pianigiani. Vincendo le ultime due partite, infatti, l’Olimpia sarebbe sicuramente qualificata, indipendentemente dagli altri risultati, vista la situazione positiva negli scontri diretti, in caso di arrivo a tre o quattro squadre, grazie al 2-0 sui biancorossi greci. Certo, battere in serie Fenerbahce ed Efes sarà molto difficile, ci vorrà un'impresa, ma provarci è un obbligo. Anche se servirà un’altra Armani.

"Guardando questa partita, non meritiamo di entrare ai playoff, ma ci sono ancora due gare. Sono molto dure, contro squadre importanti come Fenerbahce ed Efes, ma abbiamo l’occasione di qualificarci, con due vittorie. Non è finita. Ma se giochiamo come stasera non possiamo battere nessuno. Dobbiamo stare assieme e ognuno deve guardarsi allo specchio e vedere cosa può dare di più" ha detto venerdì sera Nemanja Nedovic.

In collaborazione con basketissimo

©sportal

ARTICOLI CORRELATI:

©Screenshot tratto da YoutubeDjordjevic non sarà in panchina contro Varese
Djordjevic non sarà in panchina contro Varese
©Screenshot tratto da YoutubeFortitudo, il ritorno a casa è vicino
Fortitudo, il ritorno a casa è vicino
©Confindustria EmiliaVirtus, Djordjevic chiarisce le condizioni di Teodosic e Belinelli
Virtus, Djordjevic chiarisce le condizioni di Teodosic e Belinelli
 
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle
Serie A, le foto di Atalanta-Napoli 4-2
Milan-Inter 0-3, le pagelle del derby
Serie A: Cagliari-Torino 0-1, le pagelle
Serie A: Inter-Lazio 3-1, le pagelle