Tennis, Matteo Arnaldi non si vuole fermare alla Coppa Davis

Il giovane azzurro sarebbe potuto diventare un nuotatore

Da piccolo, Arnaldi si è dedicato al nuoto ma, quando è arrivato il momento di decidere, ha scelto il tennis. Una decisione lungimirante se si considera dove è già arrivato, nonostante la sua giovanissima età (classe 2001). La vittoria della Coppa Davis è stato un risultato incredibile che l'ha ripagato di tutti i sacrifici fatti e lo esalta molto pensando al futuro.

Arnaldi ha le idee chiare sul futuro. C'è la voglia di continuare a vincere: "E non solo il prossimo anno… Abbiamo una squadra talmente forte che può aprirsi un ciclo. Quando sento dire che il prossimo anno ci sarà anche la Spagna, vorrei ricordare che c’era anche quest’anno. Solo che ha mancato la qualificazione. E se tornerà la Russia, ci faremo trovare pronti anche per loro", le sue parole alla Gazzetta dello Sport.

C'è anche un obiettivo personale ben chiaro. Arnaldi, nel 2024, punta ad entrare nei primi 20 al mondo. Si dichiara testardo e, quindi, pronto a tutto pur di arrivare a centrare i traguardi che si prefigge. La vittoria della Coppa Davis gli ha dato ancor più fiducia nei propri mezzi. Il 2024 potrebbe diventare una stagione speciale per un ragazzo che non si arrende mai.

Articoli correlati