Il Milan conquista il Viareggio

Il Milan si aggiudica il Torneo di Viareggio battendo l’Anderlecht in finale con il punteggio di 3-1 dopo i tempi supplementari. Al vantaggio della squadra belga, firmato da Leya, ha risposto Andrea Petagna. Fabbro e Mastalli hanno poi deciso la sfida a favore dei ragazzi allenati da Filippo Inzaghi nel primo tempo supplementare.

Parte meglio l’Anderlecht, che crea un’occasione con Leya, poi Jaari da fuori area manca lo specchio della porta. Poi cresce il Milan, con Petagna che fa reparto e Benedici che, sugli sviluppi di una punizione, ci prova di testa. In finale di tempo Soumarè e Dendoncker fanno paura al Milan, ma il portiere Gori è attento.

Nella ripresa si accende la partita: Maidat sfiora il palo, poi ci prova Benedicic per il Milan. Il gol è nell’aria e a trovarlo è l’Anderlecht: merito di Leya che passa al 18′ approfittando di uno svarione dei difensori rossoneri.

Otto minuti dopo, però, Petagna trova una gemma che vale il pareggio: riceve la sfera spalle alla porta, controlla in palleggio e dopo tre tocchi volanti trafigge Gies. E pochi minuti dopo sfiora la doppietta personale.

Alla mezz’ora il Milan resta in dieci (doppia ammonizione per Benedicic dopo una carica al portiere avversario), ma dura solo due minuti: espulso anche il belga Bastien. Prima del novantesimo Pacifico evita con il corpo la doppietta di Leya e l’Anderlecht vanifica un contropiede.

Il primo supplementare, però, decide la sfida per il Diavolo: Fabbro deposita in rete un cross proveniente dalla sinistra, ma per la gioia si toglie la maglia e rimedia la seconda ammonizione. Sei minuti dopo arriva il 3-1 definitivo grazie a una progressione sulla corsia mancina di Petagna che manda in rete Mastalli.

Per i rossoneri si tratta del nono trionfo nella manifestazione, un record assoluto (Juventus e Fiorentina restano ferme a quota otto). L’ultimo successo era arrivato nel 2001.

MILAN-ANDERLECHT 3-1
Milan
(4-3-3): Gori; Calabria, Pacifico, De Santis, Tamas; Mastalli, Modic, Benedicic; Bende Bende (36′ Pinato), Petagna, Vido (23′ st Fabbro). A disp.: Ferrari, Iotti, Simic, Saporetti, Piccinocchi, Di Molfetta, Pedone, Barisic, Cernigoi, Aniekan, Livieri. All.: Inzaghi
Anderlecht (4-2-3-1) Gies; Carvalho ( 8’pts Mikal), Isci, Haagen, Matthys; Bastien, Dendoncker; Jaadi, Soumarè, Maidat (38′ st Kindermans); Leya. A disp.: Bossin, Falsaperla, Bourard, Lapage, Mikal. All.: Peeters
Arbitro: Orsato
Marcatori: 18′ st Leya (A), 25′ st Petagna, 3′ pts Fabbro (M), 9′ pts Mastalli (M)
Ammoniti: Benedicic, Vido, Fabbro (M), Bastien, Soumarè, Haagen (A)
Espulsi: 30′ st Benedicic per doppia ammonizione, 3′ pts Fabbro per doppia ammonizione (M) 32′ st Bastien per doppia ammonizione (A).

Articoli correlati

P