F1, Ferrari: Carlos Sainz fa mea culpa per l’incidente in FP2

Carlos Sainz ammette l'errore

La giornata di Carlos Sainz, primo nella FP1 e terzo nella FP2, è stata macchiata dall'incidente dello spagnolo, all'altezza della sezione delle Piscine, proprio nel finale della seconda sessione di prove libere: il contatto con il guard rail ha provocato la rottura di un braccetto della sospensione anteriore destra, sul quale i meccanici potranno comunque intervenire in termini di regolamento.

"Naturalmente non è stato ideale chiudere la seconda sessione così – ha spiegato Sainz in zona mista -. Ho fatto un piccolo errore di valutazione, cercando il limite. Chiedo scusa ai meccanici per il lavoro extra che dovranno svolgere".

"In generale, comunque, la giornata è stata positiva, in tutte e due le sessioni eravamo veloci e la vettura si è comportata bene. A livello di assetto ci sono ancora delle cose che voglio provare, ma sono ottimista per quello che possiamo ottenere già in qualifica" ha concluso il pilota della Ferrari.

Articoli correlati