Simone Inzaghi difende Immobile

"Ingiuste le accuse di Gasperini": l'allenatore della Lazio parla dei due rigori concessi alla propria squadra contro l'Atalanta.

Dopo un tempo da incubo la Lazio mette la testa fuori dall'acqua nella ripresa contro l'Atalanta, evitando in extremis una sconfitta che sarebbe stata pesante nella corsa ai primi posti della classifica.

Al termine della gara il tecnico dei biancocelesti Simone Inzaghi fatica a spiegarsi in conferenza stampa la metamorfosi della squadra tra un tempo e l'altro: "Nel primo tempo l'Atalanta ha dominato, nella ripresa l'abbiamo fatto noi, con tre gol e tante altre occasioni. Abbiamo dominato in lungo e largo. Del primo tempo mi ha deluso l'approccio, la partita era stata preparata in modo diverso e all'intervallo l'ho fatto notare ai ragazzi.. Erano da sostituire tutti: il punto alla fine cambia poco, ma la reazione da grande squadra ci deve confortare".

Il post-gara è stato però dominato dalle dichiarazioni dell'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini, furioso per i due rigori concessi alla Lazio: "Gasperini è un collega che stimo molto, ma non condivido quanto ha detto - il parere di Inzaghi - I rigori sono netti. Noi abbiamo perso una Champions per delle occasioni viste e riviste. Bisogna accettarle certe cose. Mi dispiace si sia detto qualcosa contro Immobile, i tocchi ci sono. C'è poco da dire. Io con della Var non parlo più, Rocchi è una garanzia, Guida anche".

ARTICOLI CORRELATI:

Napoli, con il Torino senza Mertens
Napoli, con il Torino senza Mertens
Tegola per Longo: si ferma un attaccante
Tegola per Longo: si ferma un attaccante
Coronavirus, annullata la conferenza di Gasperini
Coronavirus, annullata la conferenza di Gasperini
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium