Morata: "Gol al Real emozione indelebile"

Il centravanti della Juventus torna sulla notte del Bernabeu in Champions.

L’ultima volta in Nazionale ha provato un brivido lunghissimo, dopo un dolore altrettanto acuto. Ma la temuta frattura al perone fu poi smentita dagli esami, con inevitabile sospiro di sollievo, anche se le cose nell’ultimo mese alla Juve non sono andate troppo bene a livello personale.
 
Così Alvaro Morata chiede adesso alla Spagna di rigenerarlo per lo sprint finale del 2015 con i bianconeri: “Essere in Nazionale è sempre un orgoglio, anche se per due amichevoli" ha detto l’ex Real, che si appresta ad affrontare gli impegnativi test contro Inghilterra e Belgio. Inevitabile però parlare di Juve, tra passato e presente:
 
“Domenica prossima avremo un impegno tosto contro il Milan, ma sabato spero di poter vedere il Clasico”. Con il cuore blanco, ovviamente, anche se proprio al Real Alvaro ha segnato il gol più importante della carriera, nella semifinale di Champions: “È stata un’emozione fortissima – ha ammesso Morata – Non ho esultato per rispetto di tifosi e amici”.
 

ARTICOLI CORRELATI:

Godin se la prende con l'Italia:
Godin se la prende con l'Italia: "Stop al calcio tardivo"
Coronavirus, Daniele Faggiano sbotta
Coronavirus, Daniele Faggiano sbotta
Juventus, c'è l'accordo per il taglio agli stipendi
Juventus, c'è l'accordo per il taglio agli stipendi
 
Le foto di Bianca Gascoigne
Diletta Leotta colpisce ancora
Cecilia Rodriguez, bellezza argentina
Federica Nargi bella e sensuale