Il Parma respira con Messina

28 Febbraio 2016

Un destro potente e preciso di Michele Messina avvicina il Parma alla Lega Pro. La squadra di Apolloni ottiene 3 punti pesantissimi al "Tardini" contro un ordinato Lentigione, scacciando le nubi addensatesi dopo i 3 pareggi nelle ultime 4 partite, compreso l’ultimo a Forlì.
 
L’Altovicentino ha battuto il Castelfranco, restando a -7 a 9 giornate dal termine, ma questa partita era uno scoglio importante per i crociati, anche a livello psicologico. Prestazione non indimenticabile quella della capolista, che Apolloni ha disposto con un inedito 4-3-1-2 con Corapi alle spalle di Baraye e Musetti, ma si è vista tanta determinazione per scardinare i meccanismi difensivi della squadra di Zattarin, presentatasi con un assetto prudente.
 
Primo tempo bloccato, con il Parma troppo lento nel fare gioco e pericoloso solo con una punizione sul fondo di Corapi e con Musetti, anticipato in uscita da Medioli. Nella ripresa il Parma alza i ritmi e cinge d’assedio il Lentigione anche grazie alle sostituzioni di Apolloni, che torna al 4-2-3-1 con Mazzocchi (ottimo il suo impatto sul match) per Simonetti dopo l’ingresso di Longobardi per Musetti.
 
I pericoli però arrivano solo su azioni d’angolo, con Baraye (traversa su angolo) e lo stesso Messina, prima dell’azione insistita di Baraye che al 28' va sul fondo a sinistra e serve all’indietro Messina, preciso nel battere Medioli dal limite dell’area.
 
Finale con il brivido: nell’unica disattenzione della partita, Pandiani regala a Fryda il pallone del pareggio in contropiede, ma il polacco calcia incredibilmente sul fondo solo davanti a Zommers.
 
 
Il tabellino
Parma-Lentigione 2-0
Marcatori: 73’ Messina
Parma (4-3-3):  Zommers; Messina, Benassi, Lucarelli, Agrifogli; Simonetti (66’ Mazzocchi), Miglietta, Giorgino; Corapi (77’ Melandri); Musetti (56’ Longobardi), Baraye. (Fall, Adorni, Ricci, Sereni, Guazzo, Lauria). All.: L. Apolloni. 
Lentigione (4-4-2): Medioli; Santagiuliana (52’ Candio), Vecchi, Galuppo, Ferrari; Berti (78' Pandiani), Savi, Roma, Tarana (39’ Fyda); Miftah, Mezgour. (De Angelis, De Vitis, Opoku, Farina, Petito, Vitali). All.: G. Zattarin.
Arbitro: D’Ambrogio (Frosinone)
Ammoniti: Vecchi, Berti, Benassi, Longobardi, Ferrari
 
Classifica: Parma 69; Altovicentino 62; Forlì 57; San Marino 52; Ribelle 48; Imolese 47; Legnago 46; Delta Rovigo, Correggese 44; Lentigione 42; Virtus Castelfranco 41; Sammaurese 39; ArzignanoChiampo 34; Ravenna 32; Romagna Centro 30; Mezzolara 29; Villafranca Vr. 25; Bellaria 21; Clodiense 14; Fortis Juventus 11

 

©

ULTIME NOTIZIE:

©La Roma rinuncia al 'Gamper' e il Barcellona si arrabbia
La Roma rinuncia al 'Gamper' e il Barcellona si arrabbia
©Damiano Tommasi sindaco di Verona:
Damiano Tommasi sindaco di Verona: "Scudetto? Vale di più"
©Un grande ex del Psg affossa Gianluigi Donnarumma
Un grande ex del Psg affossa Gianluigi Donnarumma
©Victor Osimhen choc:
Victor Osimhen choc: "Con l'Inter un'esperienza pre-morte"
©Stefano Pioli guarda il calendario e sprona i suoi
Stefano Pioli guarda il calendario e sprona i suoi
©PSG felice, 700 milioni di euro grazie a Lionel Messi
PSG felice, 700 milioni di euro grazie a Lionel Messi
 
Da Weah e Schwarzenegger a Klitschko e Tommasi: i campioni in politica, foto
Calciomercato: ecco i big che saranno gratis dal primo luglio. Le foto
Alex Greenwood è clamorosa: le foto della pazzesca calciatrice del Man City
Milan, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Roma, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Inter, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Napoli, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Juventus, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato