Il Capo di Stato si annoia: partita accorciata

La finale di Supercoppa di Mauritania è noiosa, il capo di Stato Mohamed Ould Abdel Aziz si stufa e la partita viene interrotta al 67' e decisa ai calci di rigore. E' questa l'incredibile storia che raccontano i giornali dello Stato dell'Africa Occidentale.
 
La gara tra Fc Tevragh-Zeina e Acs Ksar, iniziata regolarmente, dopo 67' è ferma sull'1-1. In tribuna c'è anche il presidente Aziz: si celebra la Festa nazionale della Mauritania.
 
La partita non lo entusiasma, e, secondo la stampa locale, il Capo di Stato chiede ed ottiene di interrompere il match e di procedere subito ai penalty: troppo fitta di impegni la sua agenda per sprecare altro tempo. Detto fatto, si va ai rigori tra lo sbalordimento generale e vince l’Fc Tevragh-Zeina.
 
La Federcalcio poche ore dopo smentisce le ricostruzioni dei giornali rilasciando una breve nota: "Smentiamo nella maniera più assoluta l’intervento del Presidente della Repubblica. La decisione è stata presa per questioni organizzative in accordo con i presidenti e gli allenatori delle due squadre".

ARTICOLI CORRELATI:

Juventus, Dybala si allena con il gruppo
Juventus, Dybala si allena con il gruppo
Piace la nuova Juve di Pirlo, tris alla Samp
Piace la nuova Juve di Pirlo, tris alla Samp
Osimhen rianima il Napoli, Mertens e Insigne mandano ko il Parma
Osimhen rianima il Napoli, Mertens e Insigne mandano ko il Parma
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa