Caso playout, Gravina fissa la data

Il presidente federale non si scompone dopo la delibera del Tar che ha dato ragione al Foggia.

Il provvedimento del  Tar che ha accolto la richiesta di sospensione cautelare presentata dal Foggia in merito alla delibera con cui il Consiglio Direttivo della Lega B aveva cancellato il playout per decretare l’ultima retrocessione dalla B alla C, non scompone il presidente della Figc Gabriele Gravina.

Mentre infatti i playoff sono arrivati ad un passo dalla conclusione, con la finale Cittadella-Verona in programma il 30 maggio e il 2 giugno, non si esclude che il campionato debba vivere un’ulteriore coda.

Gravina, intervenuto a margine della consegna a Roberto Mancini del Premio Bearzot, si dice sereno e fissa la data entro cui la situazione sarà definita: "Sono molto attento al percorso che è stato tracciato. Aspetto il parere del Collegio di Garanzia sui playout e la decisione della Corte Federale sul caso Palermo del 29 maggio. Il giorno dopo adotterò la mia decisione".

Gravina

ARTICOLI CORRELATI:

Milan, numeri record per Rebic
Milan, numeri record per Rebic
Premier League, lo United sorprende il Chelsea
Premier League, lo United sorprende il Chelsea
Pioli spiega i
Pioli spiega i "casi" Ibrahimovic e Musacchio
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium