Per Pozzecco è un derby: "Per sempre fortitudino"

"Loro hanno aggiunto Belinelli, un giocatore straordinario oltre che un ottimo ragazzo" sottolinea il coach della Dinamo Sassari.

4 Dicembre 2020

"Sono fortitudino, ho giocato alla Effe e lo sarò per sempre" sottolinea Gianmarco Pozzecco.

Dopo la semifinale di Supercoppa disputata a settembre Sassari e Virtus si incontrano per la seconda volta nella stagione. Due squadre che si presenteranno sul parquet sicuramente con assetti diversi: “Loro hanno aggiunto Belinelli, un giocatore straordinario oltre che un ottimo ragazzo. A settembre noi arrivavamo da una Supercoppa giocata a ranghi ridotti, eravamo un po’ di affanno: disputammo due quarti di alto livello pagando poi la stanchezza nel secondo tempo. Oggi forse noi siamo un pelo più pronti e loro hanno aggiunto un giocatore Nba, quindi sarà una partita a carte coperte. Sono cambiate le cose e non c’è un precedente. La Virtus è forte, ha tutto per poter arrivare fino in fondo e noi vogliamo ambire a competere con chiunque, se riusciremo a farlo già domenica sarò contento”.

Quelle con la Virtus Bologna sono sfide sempre speciali per coach Pozzecco, dal sapore di derby: “Sento ancora il gusto del derby - commenta il tecnico biancoblu - perchè io sono fortitudino, ho giocato alla Effe e lo sarò per sempre. Un po’ come per Marco Spissu che ha giocato in Virtus e ci prendiamo in giro: sono rivalità che è bello vivere fino alla fine”.

Domenica ci sarà il debutto in maglia Dinamo di Toni Katic: “La prima disamina che si deve fare è che Toni è un giocatore diverso da Vasa, Pusica è un talento straordinario e Toni a vent’anni era considerato una grande promessa del basket europeo, il cui processo di crescita però è stato rallentato da qualche problema fisico. Ma è un giocatore vero e un ragazzo d’oro. Sicuramente ci darà una grande mano”.

Alla Segafredo Arena per la prima volta la Dinamo si presenterà al completo: “Cambiare identità è complicato, noi quest’anno lo abbiamo dovuto fare spesso. Lo avevo detto già in Supercoppa che i ragazzi si sarebbero dovuti abituare a un minutaggio diverso da quello che avevano all’inizio della stagione. Sono cose che vanno spiegate e che vanno capite, ma sono estremamente contento di avere tutti, soprattutto allenarsi al completo aiuta molto. Ora dovremo trovare il giusto equilibrio durante la partita a livello di minutaggio, responsabilità e amalgama. Ma sono sicuro che siamo sulla strada giusta”.

©Abacus

ARTICOLI CORRELATI:

©Dinamo SassariJerrells alla Reyer, è ufficiale
Jerrells alla Reyer, è ufficiale
©Ufficio stampa Pallacanestro TriesteTrieste ragiona sulla continuità
Trieste ragiona sulla continuità
©Foto SpottinoRepesa tentenna, ipotesi Sassari
Repesa tentenna, ipotesi Sassari
 
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto
Torino-Parma 1-0, le foto
Inter, lo scudetto in 10 immagini