Simone Bolelli e Andrea Vavassori ora sognano Wimbledon

Le parole di Bolelli e Vavassori

Simone Bolelli e Andrea Vavassori hanno parlato dopo il trionfo ad Halle: “Abbiamo cercato di preparare al meglio il match, gli avversari li conoscevamo abbastanza ma l’erba sembra una superficie a parte – le parole del primo -. Le finali sono un mix tra tattica, tecnica ed emozioni. Siamo entrati molto carichi, con l’atteggiamento giusto. Siamo stati sempre aggressivi e siamo anche stati fortunati”.

“Abbiamo fatto un grandissimo percorso, non tanti si aspettavano questa crescita mentre noi eravamo certi di essere tra le coppe migliori del mondo già a inizio anno. Il lavoro paga sempre – ha aggiunto Vavassori – anche come ci si rialza da alcune sconfitte. Siamo stati bravissimi dopo la finale persa a Parigi e lavorare tanto, venendo qui qualche giorno prima. Arriviamo a Wimbledon con tanta fiducia e non penso che ci vorranno incontrare ora”.

“Abbiamo tanti obiettivi, dal vincere uno Slam, le Olimpiadi o Torino. Stiamo crescendo come coppia giocando a un livello molto alto su tutte le superfici. Dobbiamo continuare su questo livello lavorando per migliorare”, ha concluso Bolelli.

Articoli correlati

P