Serie A femminile, scatta il girone di ritorno tra big match e scontri salvezza

Riflettori accesi su un turno che si preannuncia molto interessante, ecco l'analisi con il commento del giornalista Michele Cassano.

22 Gennaio 2021

Dopo il successo nel derby d’Italia dello scorso weekend che ha permesso alla Juventus Women di laurearsi campione d’inverno, si ricomincia dal primo turno del girone di ritorno, con scontri che potrebbero emettere verdetti già di un certo peso specifico. Ad analizzarlo con noi è Michele Cassano giornalista dell’App Tutto Calcio Femminile.

La prima curiosità nasce dal vertice chiedendosi se la bagarre Juve – Milan continuerà per tutto il girone di ritorno. “In questo weekend il turno più facile ce l’hanno sulla carte le bianconere che giocano in casa col Verona, mentre le rossonere fanno visita alla Florentia, un avversario sempre un po’ ostico per Giacinti e compagne che l’anno scorso scivolarono proprio su questo campo”. Questo prime giornate dopo il giro di boa diranno molto sul gap tra le due formazioni, vietato sbagliare per entrambe.

Altra sfida da cui ci si aspetta molto è quella che vede opposte Roma e Sassuolo: inutile nascondersi dietro ad un dito, le neroverdi da tempo mostrano quello che in tanti addetti ai lavori reputano il più bel gioco della serie A, le giallorosse in una stagione quasi rocambolesca, però, hanno tanta voglia di rivalsa, con una Linari in più: “Bisognerà capire quanto ha giocato e come sta: a Bordeaux, l’ha detto lei, non si sono proprio trovati con la società, certo Linari è Linari e può dare una grossa mano anche se le giallorosse hanno mostrato lacune più evidenti in altre zone del campo”.

Tutto può succedere anche in Inter – Fiorentina: solo tre punti in favore delle viola dividono le due compagini che sulla carta avrebbero anche qualche chance in più, ma le ragazze di mister Sorbi hanno mostrato un ulteriore passo in avanti anche nei novanta minuti contro Girelli & co, la crescita nerazzurra continua.

Da tenere d’occhio il match tra San Marino ed Empoli Ladies, come conferma lo stesso Cassano: “L’Empoli è favorito, all’andata la partita fu il battesimo di fuoco per le sanmarinesi che subirono addirittura dieci reti insieme ad una lunga serie di commenti negativi; da lì però San Marino è ripartito e ha fatto bene conquistando otto punti…vediamo come sono cambiate le cose rispetto a undici giornate fa”.

A chiudere il quadro di questo turno è una sfida salvezza decisiva per il prosieguo del campionato: Napoli – Pink Bari. Il fondo della classifica è occupato dalle biancorosse con tre punti, due in più di un Napoli in grande difficoltà nonostante una gara di immensa volontà con la Roma la scorsa settimana. “Credo che chi perda abbia un piede in serie B – chiude Cassano – perché questa è una sfida davvero delicata tanto per la classifica quanto per l’aspetto mentale; le pugliesi hanno una rosa più competitiva e se i problemi di covid sono definitivamente archiviati possono dimostrarlo”.

Parola al campo, sarà un girone di ritorno all’insegna della costanza, scandito anche dagli impegni della nazionale, che già a febbraio tornerà protagonista nella gara con Israele per garantirsi la qualificazione a Euro 2022.

PROGRAMMA 12^ GIORNATA

Sabato 23 gennaio 2021

Napoli Femminile – Pink Bari (ore 12.30)

Roma Women – Sassuolo Calcio Femminile (ore 12.30)

San Marino Accademy – Empoli Femminile (ore 14.30)

Domenica 24 gennaio 2021

Inter Milano Women – Fiorentina Femminile (ore 12.30)

Florentia San Gimignano – Milan Women (ore 14.30)

Juventus Women – Hellas Verona Women (ore 14.30)

 

 

 

©

ARTICOLI CORRELATI:

©Young Boys, mani sul titolo
Young Boys, mani sul titolo
©La Roma gioca a tennis con la Florentia
La Roma gioca a tennis con la Florentia
Coppa Italia, andata dei quarti: spicca Sassuolo – Milan. Ecco dove vederle in tv
 
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle
Serie A, le foto di Atalanta-Napoli 4-2
Milan-Inter 0-3, le pagelle del derby
Serie A: Cagliari-Torino 0-1, le pagelle
Serie A: Inter-Lazio 3-1, le pagelle