Valentino Rossi - Petronas da incubo: Razali lapidario

Il manager della SRT parla anche di Franco Morbidelli: "E' stato sfortunatissimo".

25 Novembre 2021

Il manager della SRT parla anche di Franco Morbidelli: "E' stato sfortunatissimo".

Valentino Rossi ha chiuso tra gli applausi la sua carriera, ma l'ultimo anno nel team Petronas è stata una parentesi di cui avrebbe davvero preferito fare a meno. Lo stesso Dottore ha ammesso che avrebbe preferito evitare una stagione così negativa, che ha visto i suoi picchi nell'ottavo posto al Red Bull Ring e nelle due decime piazze al Mugello e a Valencia.

Il manager di SRT Razlan Razali sul canale ufficiale della MotoGp ha ammesso le difficoltà: "Valentino Rossi ha avuto problemi con noi", è stato il lapidario commento della stagione del Dottore.

Razali definisce invece l'anno di Franco Morbidelli sfortunato: "Abbiamo potuto vedere con lui qualche spunto positivo, ma è stato sfortunatissimo. Un quarto posto e un podio sono stati comunque risultati significativi, poi ha avuto lo sfortunato episodio che gli è costato l’intervento chirurgico e il lungo stop".

In vista della prossima stagione, Razali si rivolge soprattutto a Dovizioso: "Spero che Andrea aiuti Binder ad adattarsi alla MotoGP. Dovi è molto analitico ed è  molto chiaro su ciò che vuole. Penso che la Yamaha abbia bisogno di una prospettiva diversa, soprattutto da un pilota esperto. Dovizioso contribuirà a tutto lo sviluppo e allo stesso tempo aiuterà anche Binder".

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesDucati, Tardozzi non ha più dubbi su Bagnaia
Ducati, Tardozzi non ha più dubbi su Bagnaia
©Getty ImagesMarc Marquez senza freni su Valentino Rossi
Marc Marquez senza freni su Valentino Rossi
©Getty ImagesMarquez, incertezza sulla competitività della Honda
Marquez, incertezza sulla competitività della Honda
 
Calciatori che hanno giocato con la maglia sbagliata: le foto
I calciatori che hanno fatto più autogol: classifica in foto
Grande spavento per David Luiz: le foto
La Juventus è tornata: le foto del successo di Salerno