Superbike, in Australia Lowes batte Rea

La Kawasaki domina la domenica a Phillip Island.

1 Marzo 2020

Il primo round del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike appena conclusosi presso il circuito di Phillip Island in Australia è stato senza dubbio uno dei più avvincenti e combattuti degli ultimi anni. Lo dimostra non solo il fatto che sul gradino alto del podio della classe regina si siano alternati tre piloti diversi ma anche che a contendersi in tutte le gare la vittoria siano stati piloti di ben tre case diverse, Kawasaki, Yamaha e Ducati.

Dopo il successo ottenuto ieri in Gara 1 da Toprak Razgatlioglu su Yamaha, oggi i piloti della casa di Iwata insieme a quelli Kawasaki e al ducatista Scott Redding sono rimasti i protagonisti indiscussi della giornata. Ad avere la meglio nella Tissot Superpole Race è stato il cinque volte Campione del Mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) che però in Gara 2 si è dovuto arrendere al suo nuovo compagno di squadraAlex Lowes, sempre competitivo per tutto il fine settimana.

Ottime prestazioni anche per il neo acquisto di casa Ducati, Scott Redding, che lascia l’Australia con un bottino di tre terzi piazzamenti e il secondo posto provvisorio in Campionato alle spalle di Lowes. Degne di nota anche le prestazioni del cileno Maximilian Scheib e del francese Loris Baz, migliore tra i piloti dei team privati e in alcuni momenti in lotta per le prime posizioni di gara.

 Gara WorldSBK Tissot Superpole
 
La Tissot Superpole® Race ha inaugurato la giornata di domenica. In partenza Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), scattato dalla terza casella e desideroso di riscatto dopo la caduta di Gara 1, brucia tutti prendendo sùbito la testa del gruppo. Lo seguono a ruota Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1) e il poleman Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMWS1000 RR). Quarto posto per la Yamaha di Michael van der Mark che però, nel corso del secondo giro, viene sopravanzato da Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R). Intanto Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000RR) cade alla curva 6 e finirà la gara in ultima posizione mentre Sykes, come già accaduto in Gara 1, perde lentamente posizioni a favore di Redding. Quest’ultimo si porta prima in terza e poi in seconda posizione minacciando da vicino Rea. Nel corso del quarto giro Redding e Rea vanno al contatto ma riescono a restare in traiettoria. Rea, Redding, Razgatlioglu e Lowes sono nuovamente protagonisti come già accaduto in Gara 1, tutti racchiusi in meno di mezzo secondo di distacco. Segue a poca distanza il terzetto composto da Van Der Mark, Sykes e Baz.

All’inizio del settimo giro Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) infila Razgatlioglu nel tentativo di soffiargli la terza posizione ma il turco riesce a respingere l’attacco del neo acquisto Kawasaki.

Al penultimo giro Razgatlioglu riesce a superare Rea ma il Campione del Mondo non ci sta e poco dopo riconquista la posizione persa. Nel finale Rea, Razgtlioglu e Redding sono racchiusi in un decimo di distacco. Nell’ultimo giro il turco attacca nuovamente Rea e questa volta riesce a prendere la testa della corsa ma, ancora una volta, Jonathan Rea riconquista la posizione persa alla penultima curva andando a tagliare il traguardo per primo davanti a Toprak Razgatlioglu, secondo, e Scott Redding, terzo. Quarto posto per Lowes, quinto per Michael van der Mark.
 
1) J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
2) T. Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
3) S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
4) A. Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
5) M. van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
6) T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMWS1000 RR)
7) L. Baz (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R1)
8) L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000RR
9) M. Rinaldi (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
10) M. Scheib (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
11) S. Cortese (OUTDO Kawasaki TPR / Kawasaki ZX-10RR)
12) X. Fores (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
13) C. Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
14) F. Caricasulo (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
15) T. Takahashi (MIE Racing / Honda CBR1000RR)
16) Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000RR)
 
Gara 2 WorldSBK
 
In Gara 2 ottima partenza dalla quinta casella per Michael van Der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)che va sùbito a prendersi la testa della corsa. Alle sue spalle Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), scattato dalla pole, e il compagno di squadra Toprak Razgatlioglu. Seguono l’altro pilota ufficiale Kawasaki, Alex Lowes, e Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R). Nel corso del secondo giro Rea torna in testa con un sorpasso ai danni dell’olandese della Yamaha. Intanto Haslam e Rinaldi finiscono sulla ghiaia alla curva 10.

Al quarto giro si registra il sorpasso di Scott Redding su Alex Lowes. Il ducatista si porta così in quarta posizione alle spalle del turco della Yamaha per poi sopravanzarlo nel corso del sesto giro.
Alla tornata successiva Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R1) supera in un solo passaggio sia Lowes che Razgatlioglu portandosi in quarta posizione per poi superare anche Redding nel giro successivo. Il francese della Yamaha è molto veloce e al decimo giro riesce a sopravanzare prima van der Mark e poi il leader della corsa Jonathan Rea prendendosi così la prima posizione, salvo poi restituirla poche curve dopo. Nel frattempo Chaz Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) si porta in quinta posizione alle spalle del compagno di squadra dopo una brillante rimonta dalla quindicesima posizione mentre Federico Caricasulo scivola alla curva 2 e si ritira.

Da metà corsa è battaglia tra Baz, Rea, Lowes e van der Mark per la leadership. Il gruppo di testa, composto da dieci piloti, è comunque molto compatto e racchiuso in meno di 2 secondi di distacco. Al sedicesimo giro Alex Lowes supera il compagno di squadra sul rettilineo d’arrivo ma il Campione del Mondo reagisce e si riprende la prima posizione. A quattro giri dal termine la battaglia è sempre più accesa con Rea, Lowes e van der Mark che si alternano alla guida della corsa.

A due giri dal termine Razgatlioglu e Baz vanno larghi alla curva 4 ma ad avere la peggio è il francese che finisce sulla ghiaia salvo poi rientrare in ottava posizione. Poco dopo, alla curva 8, Razgatlioglu ha un problema tecnico e finisce a sua volta fuori pista.

Nel frattempo Alex Lowes passa in testa alla corsa superando il compagno di squadra mentre Scott Redding si prende la terza posizione ai danni di Michael van der Mark. La gara termina con doppietta Kawasaki di Lowes-Rea e con il terzo posto di Scott Redding, il terzo consecutivo per il nuovo pilota del team ARUBA.IT Racing – Ducati.

Classifica Gara 2 WorldSBK
 
1) A. Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
2) J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
3) S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
4) M. van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
5) C. Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
6) Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000RR)
7) M. Scheib (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
8) L. Baz (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R1)
9) S. Cortese (OUTDO Kawasaki TPR / Kawasaki ZX-10RR)
10) T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMWS1000 RR)
11) X. Fores (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
12) L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000RR)
RT) M. Rinaldi (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
RT) T. Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
RT) F. Caricasulo (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
RT) T. Takahashi (MIE Racing / Honda CBR1000RR)

 

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesValentino Rossi, Uccio rassicura tutti
Valentino Rossi, Uccio rassicura tutti
©Getty ImagesValentino Rossi e Francesca Sofia Novello: spunta l'anello
Valentino Rossi e Francesca Sofia Novello: spunta l'anello
©Getty ImagesDucati, Dovizioso:
Ducati, Dovizioso: "I tifosi mi hanno commosso"
 
Alessia Pasqualon, la miss dei motori
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina