Bernie Ecclestone accusa la Ferrari

Per l'ex capo della Formula 1 la crisi di risultati di Vettel ha un solo colpevole.

29 Ottobre 2018

Ancora una volta la Ferrari resta a guardare. L'appuntamento con la vittoria del mondiale piloti è nuovamente rimandato all'anno prossimo. Il titolo iridato manca alla casa di Maranello dal 2007, quando fu Kimi Raikkonen a laurearsi campione. 

La stagione 2018 era iniziata con i migliori auspici per Sebastian Vettel, ma nella seconda parte il pilota tedesco ha perso molti punti per strada. Lewis Hamilton ha approffitato di questa situazione, limitando al minimo gli errori e mettendo in fila una serie di grandi risultati tra cui la vittoria al GP di Monza a inizio settembre. 

In un'intervista al quotidiano tedesco 'Bild', Bernie Ecclestone ha detto la sua riguardo alla crisi di risultati del pilota tedesco e della Ferrari. "Vettel non ha avuto l'appoggio di cui aveva bisogno - afferma l'ex capo della F1 -  la Ferrari avrebbe potuto vincere il titolo". Ecclestone non ha dubbi su quale possa essere una delle cause del crollo delle 'Rosse': "Dopo la morte di Sergio Marchionne molte cose hanno smesso di funzionare come avrebbero dovuto. Alla Ferrari è mancata molto la sua leadership, era un uomo forte e rispettato".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesGrosjean, non è finita: la FIA apre un'inchiesta
Grosjean, non è finita: la FIA apre un'inchiesta
©Getty ImagesRomain Grosjean, il bollettino medico dopo il miracolo
Romain Grosjean, il bollettino medico dopo il miracolo
©Getty ImagesGrosjean: prime (confortanti) parole dall'ospedale
Grosjean: prime (confortanti) parole dall'ospedale
 
Alessia Pasqualon, la miss dei motori
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina