Pochettino e quelle lacrime da finale

Il tecnico del Tottenham non trattiene l'emozione dopo la rimonta sull'Ajax valsa la finale di Champions League: "Un'impresa straordinaria".

Le lacrime di Mauricio Pochettino dopo la rocambolesca qualificazione del Tottenham alla finale di Champions League resteranno nella storia della manifestazione.

Gli Spurs hanno ribaltato l'Ajax in un tempo, passando da 0-2 a 3-2 dopo la sconfitta casalinga per 1-0 dell'andata, con gol decisivo al 95'.

Lo stesso manager argentino, che ha commentato la gara ai microfoni di 'Sky Sport', fatica a trovare le parole: "E' stata una incredibile serata di calcio. Nel primo tempo l’Ajax ha segnato subito e noi non siamo riusciti a renderci pericolosi. Nella ripresa abbiamo controllato meglio il pallone e il gol ci ha sbloccati. E' un momento incredibile per la mia carriera da allenatore e per quella dei miei calciatori, difficilmente definibile".

Per pensare alla finale contro il Liverpool ci sarà tempo: “Difficile parlarne adesso. Siamo felici e stanchi dopo questa serata. Fortunatamente abbiamo tempo per preparare al meglio la finale, un grandissimo traguardo per il club. Non abbiamo mai mollato, alla fine del primo tempo potevamo essere delusi, ma abbiamo mostrato uno spirito incredibile. Il merito è dei calciatori, non mio. Ora però è il tempo della gioia, della festa".

Decisivo l'ingresso di Llorente dopo l'intervallo: “Non siamo riusciti a sfruttare l'occasione di pareggiare, quindi nella ripresa dovevamo cambiare. Bisognava trovare un nuovo modo per scardinare la difesa dell'Ajax" ha aggiunto Pochettino.
 

ARTICOLI CORRELATI:

Messi super: il Napoli saluta la Champions League
Messi super: il Napoli saluta la Champions League
Ronaldo non basta, Juve eliminata
Ronaldo non basta, Juve eliminata
Il Manchester City esulta: parteciperà alla Champions
Il Manchester City esulta: parteciperà alla Champions
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa