Udinese, Gabriele Cioffi alla porta: le due opzioni per sostituirlo

La salvezza è in bilico, vicina una nuova rivoluzione.

Udinese sconfitta anche a Verona, in una sfida cruciale per la permanenza in Serie A. Dopo il ko del Bentegodi i friulani restano a quota 28 punti, gli stessi del Frosinone terzultimo, mentre gli scaligeri sono ora a +3 insieme all’Empoli (un punto più sopra c’è invece il Cagliari). Una situazione che potrebbe costare la panchina a Gabriele Cioffi. E la società bianconera starebbe vagliando due diverse opzioni, in direzioni letteralmente opposte.

A parlarne è ‘Sky Sport’, secondo cui l’Udinese avrebbe già deciso per l’esonero di Cioffi e avrebbe inizialmente vagliato le posizioni di Semplici e dell’ex Stramaccioni, per voi virare su una soluzione di grande esperienza: Edoardo Reja. Altra ipotesi è invece quella di un tecnico emergente come Fabio Cannavaro.

Nel caso in cui la scelta andasse su Reja, fresco di risoluzione consensuale con il Gorica, il veterano dei tecnici italiani (compirà 79 anni a ottobre) sarà coadiuvato da una storica bandiera dell’Udinese come Giampiero Pinzi, che arriverebbe proprio da Verona per fargli da vice.

Decisamente diversa l’opzione che porta a Fabio Cannavaro, fermo dal febbraio 2023 dopo l’esonero di Benevento. Per il tecnico napoletano sarebbe la seconda esperienza in Italia e la prima in Serie A, che curiosamente inizierebbe giovedì prossimo contro la Roma allenata da quel Daniele De Rossi con cui condivise la cavalcata dell’Italia ai Mondiali del 2006.

Articoli correlati

P