Matteo Ciofani non nutre rimpianti

"A Frosinone hanno fatto altre scelte, sono felice di essere tornato a casa" ha detto l'esterno appena approdato al Pescara.

La definisce “la propria città”, pur essendo nato ad Avezzano. Matteo Ciofani ha chiuso senza rimpianti la lunga parentesi di Frosinone, dove giocava dal 2013 e dove ha vinto tre campionati, due dei quali di Serie B, per abbracciare Pescara e giocare nella squadra in cui è cresciuto, debuttando in B nel 2007.

L’esterno classe ’88 è parso emozionato e felice pronunciando le prime parole da giocatore biancazzurro. Il fatto di non poter disputare la Serie A appena conquistata non gli pesa: "Sono molto contento di essere qui, questa è la città che mi ha visto crescere dai 13 ai 20 anni, poi ho girato un po’ per l’Italia. Adesso sono tornato da uomo e giocatore più maturo, è un cerchio che si chiude. A Frosinone c'era aria di cambiamento dopo la splendida cavalcata dello scorso anno, mi avevano avvisato che potevo non rientrare nei piani, così ho iniziato a guardarmi intorno, e quando è arrivata questa opportunità ho detto subito sì al mio procuratore”.

“Sono un calciatore più difensivo rispetto a Zampano - ha aggiunto Ciofani, che a Frosinone lascia il fratello Daniel - Anche se nell'ultima stagione ho giocato spesso da quinto di centrocampo, quindi penso di poter fare entrambe le cose".

Ciofani

ARTICOLI CORRELATI:

Niente Messi per l'Inter: sarà ancora del Barcellona
Niente Messi per l'Inter: sarà ancora del Barcellona
Milenkovic pensa solo alla Fiorentina
Milenkovic pensa solo alla Fiorentina
Sampdoria, Barreto rescinde:
Sampdoria, Barreto rescinde: "Colpa del Coronavirus"
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena