Draxler pentito del no alla Juve

2 Giugno 2016

Julian Draxler è tornato a parlare del suo mancato trasferimento alla Juventus: "Se a ottobre, visti i risultati, pensavo di aver evitato una buccia di banana, devo ammettere che col senno di poi sarebbe stato bello vincere scudetto e Coppa Italia”.
 
"Per me è un onore che la Juventus mi volesse prendere e che abbia cercato così a lungo di farlo - ha spiegato alla Gazzetta dello Sport -. È un club che ho sempre seguito con interesse. Ad agosto ci sono stati diversi colloqui, si cercava di trovare un accordo con lo Schalke sul prezzo del cartellino. Io l’accordo con i bianconeri lo avevo trovato. Per me era fatta. I due club però non si accordavano. All’ultimo il Wolfsburg ha venduto De Bruyne e mi ha contattato per sostituirlo. Questo è un club grande, che l’anno scorso ha vinto due trofei, Coppa di Germania e Supercoppa, e potevo restare in Germania, rimanendo più vicino alla nazionale. Wolfsburg e Schalke si sono accordate subito e quindi ho deciso di accettare questa seconda opzione che mi si è presentata. Se la trattativa con la Juventus fosse stata più breve oggi però sarei a Torino”.
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Roma, Fonseca non pensa al futuro:
Roma, Fonseca non pensa al futuro: "Devo staccare dal calcio"
©Inter, il futuro di Conte si decide in settimana
Inter, il futuro di Conte si decide in settimana
©Mauro Icardi, fissato il prezzo: occasione per Juve e Roma
Mauro Icardi, fissato il prezzo: occasione per Juve e Roma
 
Juventus-Inter 3-2, le foto
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto