Mondiali, Ibrahimovic prende in giro la Svezia

All'attaccante non è andata giù la mancata convocazione da parte del ct Jan Andersson.

8 Giugno 2018

Oltre all’Italia, nei prossimi Mondiali in Russia sarà assente anche una stella come Zlatan Imbrahimovic.

 La stella ex Milan ed Inter non ha affatto gradito l’esclusione da parte del commissario tecnico della Svezia ed ha ironizzato così nei confronti della sua nazionale: “I giornali dicono che adesso la nazionale ha quel fantastico gioco di squadra che piace tanto a tutti i media del mio paese. Sono convinti di aver raggiunto il gioco collettivo, il tipico gioco svedese, come lo chiamano loro. E i giornali dicono che la squadra senza di me gioca meglio. Ecco perchè credo che lo vinceranno loro“.

È la tipica mentalità dei giornali svedesi nei miei confronti, perchè sono quel che sono - ha proseguito duramente Ibrahimovic -. Non ho il tipico cognome svedese o la tipica attitudine svedese. Ma nonostante questo ho il record di gol con la Nazionale e ho vinto quel che ho vinto giocando con Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan, PSG. Manchester United e ora sono ai LA Galaxy. Se non sapessi giocare di squadra, come avrei fatto a farlo nei migliori club del mondo? Ho giocato in società che hanno un ego più grande di quello di una nazione intera. Ma abbiamo comunque vinto tutti assieme, quindi so come si fa“.

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesMondiali Qatar 2022, tutti i convocati delle 32 nazionali
Mondiali Qatar 2022, tutti i convocati delle 32 nazionali
©Getty ImagesCristiano Ronaldo guida il Portogallo in Qatar: due big a casa
Cristiano Ronaldo guida il Portogallo in Qatar: due big a casa
©Getty ImagesLionel Messi non vuole finire come Dybala e Di Maria
Lionel Messi non vuole finire come Dybala e Di Maria
 
Milan: la top 10 delle cessioni record. La classifica in foto
Chelsea: la top 10 degli acquisti record. La classifica in foto
Cristiano Ronaldo: 10 record che (forse) non conoscevi
Chi ha segnato più triplette nella storia della Champions League? La classifica