Lega Pro, arrivano i numeri fissi

Dopo i playoff allargati e dopo il canale streaming a pagamento, la Lega Pro completa la propria rivoluzione avvicinandosi al calcio “dei grandi”. Il Consiglio Federale ha infatti modificato l’art. 72 delle Noif dando il via libera a una novità storica: l’introduzione di numeri di maglia e nomi personalizzati anche per i giocatori di terza serie:
 
"Per le società appartenenti alla Lega Nazionale Professionisti Serie A, alla Lega Nazionale Professionisti Serie B e alla Lega Italiana Calcio Professionistico - si legge nel comunicato della Figc - i calciatori devono indossare per tutta la durata di una stagione sportiva una maglia recante sempre lo stesso numero. Inoltre, ogni maglia deve essere personalizzata sul dorso col cognome del calciatore che la indossa”. 
 
I numeri fissi, introdotti in Serie A dal 1994, abbattono quindi una delle ultime barriere del calcio “nostalgico”, quella che voleva i giocatori delle ultime serie professionistiche con le maglie all’antica, dall’1 all’11, come fatto dal Parma in Serie D. Parte quindi ufficialmente la corsa alle ambite divise crociate numero 9 e 10, mentre è facile immaginare che il 6 andrà a capitan Lucarelli.
 
Introdrotta anche la possibilità che permette ai club di sfoggiare lo sponsor istituzionale della Lega su una manica della maglia, in aggiunta al main sponsor di ciascuna squadra.

ARTICOLI CORRELATI:

Il Napoli espugna Cagliari: decide Mertens
Il Napoli espugna Cagliari: decide Mertens
Juve, il gesto di Dybala fa discutere i tifosi
Juve, il gesto di Dybala fa discutere i tifosi
Chiellini:
Chiellini: "Il peggio è alle spalle"
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium