Juventus in volo: Palermo distrutto

La domenica della Juventus. In attesa di Napoli-Inter, e dopo il ko della Roma, i bianconeri sfruttano l’assist offerto dalla concorrenza e proseguiono la risalita in classifica: ora i Campioni d’Italia sono sempre al 5° posto, ma solo a -3 dalla Roma. Al "Barbera" i Campioni d’Italia infilano la quarta vittoria consecutiva in campionato, quinta considerando la Champions, piegando di misura un Palermo troppo rinunciatario. Il primo ko della gestione Ballardini costa ai rosaneri il pericoloso riavvicinamento della zona retrocessione.
 
Prima che il risultato prendesse forma nel finale, ha deciso un altro gol pesante di Mario Mandzukic, al quarto centro in campionato. Il croato ha schiodato la parità al 9’ della ripresa, con un imperioso colpo di testa con cui l’ex Atletico Madrid ha sovrastato Struna su perfetto cross del grande ex Dybala.
 
Successo meritato quello dei bianconeri, che hanno tenuto stabilmente il pallino del gioco a partire dal 15’, dopo un inizio aggressivo del Palermo, ben disposto con un promettente pressing alto durato però ben poco.
 
Il resto della partita, e fino allo svantaggio, ha visto i siciliani troppo rintananti nella propria metà campo, passivi di fronte all’insistito e ordinato giro palla della Juventus, paziente nel cercare il varco giusto, trovato puntualmente dopo una progressiva e inesorabile crescita della cifra tecnica del gioco.
 
Non che la Juventus abbia collezionato un numero memorabile di palle gol (si conta solo un colpo di testa di Bonucci da azione d’angolo sul fondo), ma il Palermo non ha di fatto mai tirato in porta, producendo anche dopo il gol di Mandzukic, una reazione frenetica, ma sterile, senza mai cambiare passo.
 
Fino all'inserimento vincente di Sturaro, che chiude i conti al 90' su invito di Pogba. E al 93' c'è gioia anche per Zaza.
 
Nella Juventus buona la gara di Dybala, assist a parte, solo qualche lampo invece da Pogba. In ombra Cuadrado, sostituito.
 
Il tabellino
Palermo-Juventus 0-3
Marcatore: 54’ Mandzukic; 89' Sturaro; 93' Zaza
Palermo (4-3-1-2): Sorrentino; Struna (75’ Rispoli), Goldaniga, G. Gonzalez, Lazaar; L. Rigoni, Jajalo, Hiljemark (60’ Quaison); Brugman; Gilardino (67’ Trajkovski), Vazquez. All.: D. Ballardini.
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado (68’Lichtsteiner), Sturaro, Marchisio, Pogba, Evra; Mandzukic (67’ Morata), Dybala (83’ Zaza). All.: M. Allegri.
Arbitro: Valeri (Roma)
Ammoniti: Pogba, Sturaro, Vazquez, Struna

 

ARTICOLI CORRELATI:

Milan, finalmente si rivede Kessié
Milan, finalmente si rivede Kessié
La Lega Pro ha scelto come ripartire
La Lega Pro ha scelto come ripartire
Riparte anche la Liga: decisa la data
Riparte anche la Liga: decisa la data
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena