Il Livorno espugna un Bentegodi deserto

Il match, disputatosi a porte chiuse, premia i labronici ultimi in classifica, che battono il Chievo Verona per 1-0.

Nel deserto del Bentegodi, giocata a “porte chiuse” per l’emergenza corona-virus, clamoroso quanto meritato successo del Livorno ultimo in classifica contro il solito Chievo, capace di grandi prestazioni quanto di prove deludenti. I clivensi di Marcolini restano inchiodati a 37 punti ai margini della zona play off, i toscani di Breda salgono a 17, una boccata d’ossigeno seppur rimanendo all’ultimo posto. Prossimo turno infrasettimanale: Ascoli-Chievo (4 marzo); Livorno-Frosinone (3 marzo).

Primo tempo. In un silenzio irreale al 4’ cambio forzato per il Chievo, fuori l’infortunato Garritano per Esposito. Buon inizio dei toscani che coprono bene e si propongono senza impensierire i clivensi ancora in fase di studio. Nel primo quarto d’ora si osserva solo una conclusione, finita alle stelle, firmata da Awua. Due più tardi Meggiorini dal limite imita l’avversario. Più pericoloso Giaccherini al 19’: bella girata su centro basso dello stesso Meggiorini, Di Gennaro è bravo a chiudergli lo specchio della porta. I veronesi provano ad alzare il ritmo. 20’: angolo di Giaccherini, nulla di fatto, anzi rilancio immediato per Marras che fallisce un’invitante azione di rimessa. 33’: clivensi vicinissimi al vantaggio, Segre centra per Meggiorini, gran girata volante, altrettanto splendida la parata dell’estremo livornese. Sull’altro fronte Semper non è da meno sulla perfida conclusione destinata all’angolino di Ferrari: gran deviazione in angolo da cui nulla scaturisce. Due minuti di recupero e tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo. Inizio di ripresa, Meggiorini calcia dal limite, palla appena sopra la traversa. Livorno vicino al vantaggio: lo stacco sottomisura di Ferrari finisce tra le mani di Semper. Sull’altro fronte splendido servizio per Djordjevic firmato Giaccherini, Plizzari è imbattibile. 12’: i toscani sorprendono la retroguardia clivense, Marras centra per il solito Ferrari che, indisturbato, da centro area in spaccata realizza il clamoroso vantaggio toscano. Marcolini inserisce Vignato per Obi nel Chievo. Dentro Mendes per Marsura, quindi Trovato per Marras nel Livorno. I veronesi ci provano col neo entrato Vignato dal limite, palla in angolo, quindi con centri dalle fasce ben controllati dalla difesa toscana. Livorno pericoloso di rimessa, Chievo prevedibile e, quindi, incapace di creare grattacapi agli avversari. 33’: Marcolini inserisce Morsay per Giaccherini, risponde con Simovic per Ferrari. Quattro minuti di recupero, ultimi attacchi del Chievo ben controllati dalla retroguardia toscana. Triplice fischio: Chievo-Livorno 0-1.

calcio

ARTICOLI CORRELATI:

Mancosu:
Mancosu: "Vogliamo giocare fino in fondo"
Pradé:
Pradé: "Ribery in grande forma"
Serie A, pronto il calendario della ripartenza
Serie A, pronto il calendario della ripartenza
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag