Gli Irriducibili insistono: “Non è reato”

"Come da sentenza di tribunale non è reato apostrofare un tifoso avversario accusandolo di appartenere ad altra religione" fanno sapere attraverso un comunicato.

24 Ottobre 2017

Il direttivo degli Irriducibili della Lazio ha diffuso una nota nel quale si dice "stupito del clamore mediatico" in quanto "lo scherno e lo sfottò non costituiscono reato". 

"Rimaniamo stupiti – proseguono gli ultrà biancocelesti – da tutta questa attenzione per la vicenda. Esistono altri 'casi' che meriterebbero le aperture dei telegiornali e ampie pagine di giornale. Non ci dissociamo da ciò che non abbiamo fatto. Ci meravigliamo che queste, che vengono considerate offese, insulti o chissà che altro, quando però arrivano nei nostri confronti non scandalizzino nessuno. Gli stessi adesivi ce li ritroviamo anche nella nostra curva, ma non stiamo di certo a piagnucolare perché nessuno s'indigna per questo. Tutto deve rimanere nell'ambito del 'nulla', si tratta di scherno e sfottò da parte di qualche ragazzo forse, perché in questo ambito dovrebbe essere collocata questa cosa, anche in virtù del fatto che, come da sentenza di tribunale non è reato apostrofare un tifoso avversario accusandolo di appartenere ad altra religione. Ma evidentemente nemmeno la Figc se ne ricorda se è vero che hanno aperto un'inchiesta. Sono manovre per colpire la Lazio, che si sta affermando come una tra le migliori realtà di questo campionato".

©Twitter

ARTICOLI CORRELATI:

©TwitterIl Covid-19 stravolge il Milan anti-Cagliari
Il Covid-19 stravolge il Milan anti-Cagliari
©TwitterInter-Juventus: Lukaku contro il tabù CR7
Inter-Juventus: Lukaku contro il tabù CR7
©TwitterMauro Icardi portafortuna: entra e il PSG batte l'Angers
Mauro Icardi portafortuna: entra e il PSG batte l'Angers
 
Le pagelle di Lazio-Roma 3-0
Supercoppa alla Juve, le foto
Serie A: le foto di Roma-Inter 2-2
Le pagelle di Milan-Juventus 1-3
Cristiano Ronaldo schianta da solo l'Udinese: le foto
SuperMario Balotelli show: le foto