Reggio, primi punti col brivido

La squadra di Menetti si sblocca aggiudicandosi il palpitante anticipo contro Sassari (86-80).

8 Ottobre 2016

Match al cardiopalmo al Paladozza dove la squadra di Menetti prima soffre, poi riesce a conquistare i primi punti della stagione (86-80). Solita prova corale per gli emiliani che mandano 6  uomini in doppia cifra con Aradori top scorer (15). Tra i sardi ottima prova per Johnson-Odom (24), che però fallisce due liberi decisivi nel convulso finale.   

“Per noi è come un derby”. Così è stato ribattezzato in settimana da Della Valle l’atteso anticipo del sabato sera contro la Dinamo, per quello che è oramai diventato un “clasico”. La Reggiana è chiamata a lanciare segnali di risveglio dopo lo scivolone inaspettato di Caserta, il Banco arriva in Emilia fresco della limpida vittoria contro Varese. Reggio parte con il freno a mano tirato, Sassari è invece chirurgica e punisce le amnesie difensive locali (5-12 al 5’).

Gli ospiti mostrano buona fluidità e circolazione punendo nel pitturato con Lydeka. Della Valle e Aradori provano a fare entrare Reggio in partita e Polonara gli fa mettere il naso avanti (13-12 al 8’). Gli ospiti rimettono però subito la freccia con il quarto che si chiude sul 13-16. Match che stenta a decollare. Menetti ruota i suoi ma non trova nel mazzo nessuno che sappia indirizzare l’incontro. E’ il Banco che mena le danze con Johnson Odom che inchioda in contropiede (15-23 al 12’). Lesic fa e disfa, dall’altra parte la tripla di Savanovic porta i sardi sul +9 (19-28 al 16’). Lydeka è un rebus in area emiliana e il play USA arriva già a quota 13 a referto. Si va negli spogliatoi con gli ospiti che veleggiano comodamente sul 30-42.       

Si riparte con Reggio che dopo una nuova sbandata iniziale tenta una reazione d’orgoglio con James e Aradori che vanno in striscia. Il gap è ricucito in un amen con la bomba dell’ala tricolore (43-44 al 23’). La partita sale di tono ed improvvisamente diventa godibile con Needham che si erge a leader biancorosso andando in doppia cifra con la tripla che impatta (55-55 al 28’). Ora Reggio gioca con buon piglio ed i biancoblu rispondono per le rime con Olaseni.

Si va all’ultimo riposo con i locali avanti sul 59-57. E’ bagarre per i due punti in palio: Della Valle imbuca la tripla siderale del +1, la Reggiana ci crede, ma i sardi non ci stanno ed impattano con Johnson Odom (70-70 al 27’). Arrivo in volata, Gentile e Lesic rispondono a suon di triple al play americano, Polonara spinge Reggio sul +2 (78-76 al 39’), Stipcevic con freddezza infila dalla distanza e pareggia nuovamente (80-80 al ’40), ma la roulette dei liberi premia i biancorossi con Polonara e Needham che non sbagliano, mentre Johnson Odom fa 0/2.       

In collaborazione con basketissimo.com    

©

ARTICOLI CORRELATI:

©Fortitudo pronta a investire, si muove il mercato
Fortitudo pronta a investire, si muove il mercato
©Allianz Trieste senza pace, allenamenti di nuovo sospesi
Allianz Trieste senza pace, allenamenti di nuovo sospesi
©Marco Belinelli spiega la scelta Virtus
Marco Belinelli spiega la scelta Virtus
 
Alessia Pasqualon, la miss dei motori
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina