Olimpia, Simon vede il 'triplete' come la Juve

"Sento che ci riusciremo entrambe", le parole del giocatore alla 'Gazzetta dello Sport'.

25 Maggio 2017

Simon si sente pronto ad affrontare le semifinali contro Trento.

Intervistato dalla 'Gazzetta dello Sport', la guardia croata ha parlato della sua condizione fisica: "Il peggio è passato, adesso mi sento molto bene. Sono fresco e riposato, è come se iniziassi una nuova stagione. Il mio infortunio è stato un evento anomalo per me. In carriera non avevo mai saltato così tante partite".

"La causa parte da lontano: per giocare a Rio ho fatto solo due settimane di riposo e ho trascurato il fastidio alla schiena, che avvertivo già all’inizio della stagione - ha aggiunto l'ex Zagabria - aggravatosi nel tempo. Ma ora tutto è superato e, rientrando, ho trovato una squadra in crescita. Le 4 partite con Capo ci hanno aiutato ad entrare nel clima del playoff".

Il cambio di status dopo l'addio di Gentile: "Non la vedo in questo modo. Sono sempre lo stesso giocatore. Conosco i miei compiti e le mie qualità. Ho esperienza e, se devo descrivermi con un aggettivo, mi sento un equilibratore. Non sono un atleta, perciò devo usare più la testa che l’istinto. Ho sempre fatto così".

Il prossimo avversario: "E’ la serie più dura che poteva capitarci perché contro di loro, anche se hanno solo 8 giocatori, non ci accoppiamo bene.Trento ha una difesa intensa e fisica inoltre al Forum ci ha battuto nettamente".

"Allora Craft e Sutton dominarono ma non vedo un giocatore da marcare più forte degli altri perché il loro talento è omogeneo e spalmato su tutto il quintetto", ha continuato Simon. 

Le ragioni dietro alla disfatta in Europa: "E’ difficile trovare un motivo sopra tutti. Spesso la differenza tra una bella o una brutta stagione sta solo nella cura dei dettagli, qualcosa che ci è sempre sfuggito nelle sconfitte. Ma c’è un fatto incontestabile: io, Macvan, Raduljica e Kalnietis, tutti reduci dalle Olimpiadi, più Dragic, che ha passato l’estate giocando le qualificazioni europee, abbiamo subito un forte calo nello stesso periodo, tra novembre e dicembre, coinciso col momento più negativo di risultati. L’anno prossimo questo stress non si ripeterà, sono certo che faremo un’Eurolega molto diversa".

Il 'triplete': "No. Al massimo ho vinto la coppa nazionale e lo scudetto in Croazia. La Supercoppa di basket nel mio Paese non esiste. Il triplete italiano sarebbe perciò il punto più alto della mia carriera".

Un'impresa per cui è in corsa anche la Juve: "Sento che ci riusciremo entrambe. Faccio un grande in bocca al lupo al mio connazionale Mario Mandzukic. Penso che i miei amici Ivan Perisic e Marcelo Brozovic capiranno...".

©Simone Lucarelli

ULTIME NOTIZIE:

©Virtus BolognaArriva il Monaco, per Sergio Scariolo aspettative e preoccupazioni
Arriva il Monaco, per Sergio Scariolo aspettative e preoccupazioni
©Pallacanestro Cantu'Dinamo Sassari, Piero Bucchi svela la ricetta per battere Verona
Dinamo Sassari, Piero Bucchi svela la ricetta per battere Verona
©Getty ImagesVirtus Bologna, Iffe Lundberg e la prima impressione con Sergio Scariolo
Virtus Bologna, Iffe Lundberg e la prima impressione con Sergio Scariolo
©Virtus BolognaSergio Scariolo, la ricetta per i playoff di Eurolega
Sergio Scariolo, la ricetta per i playoff di Eurolega
©Getty ImagesOlimpia Milano, Ettore Messina non si gode la vittoria
Olimpia Milano, Ettore Messina non si gode la vittoria
©ArenellaReyer Venezia, De Raffaele pronto a riabbracciare un grande ex
Reyer Venezia, De Raffaele pronto a riabbracciare un grande ex
 
Follia tra i tifosi di Gimnasia e Boca Juniors: le foto dei drammatici scontri
Gonzalo Higuain annuncia l'addio. Le foto più emozionanti
Maria Sole Ferrieri Caputi, il primo arbitro donna in Serie A
Juventus-Bologna 3-0, le pagelle
Il derby di Manchester è un tiro al bersaglio, Cristiano Ronaldo furioso non esce dalla panchina: le foto
Scontri e centinaia di morti a una partita di calcio: le terribili immagini
Fantacalcio, i nostri consigli per l'ottava giornata: chi schierare tra portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti
Frank Rijkaard compie 60 anni. Le immagini della sua straordinaria carriera