Milano dura solo un tempo contro Vitoria

Nella ripresa i baschi volano anche a +19. Problema per Kalnietis.

Un tempo discreto, restando sempre a contatto, poi l’Olimpia Milano prende un parziale pesantissimo in avvio di ripresa ed il Baskonia Vitoria vince comodamente (87-74), costringendo i biancorossi alla sconfitta numero 17 della stagione europea. Come accaduto spesso nel corso di questa stagione, i campioni d’Italia crollano alle prime difficoltà, quando l’avversaria aumenta l’intensità, e non riescono a contenere i danni. Decisive anche le palle perse, mentre la coppia italiana Cinciarini-Fontecchio regala qualche buona indicazione. Un'ulteriore preoccupazione arriva per un problema agli adduttori per Kalnietis, non rientrato nel corso della ripresa.  

Non c’è Bargnani (dolore lombare acuto), ma è la squadra di Repesa a partire forte: il lituano spinge in contropiede, ci sono buone risposte da Hickman e Raduljica ed è +7 (3-10 al 4’). I padroni di casa iniziano a dare problemi a rimbalzo e reagiscono presto (12-12 al 6’), poi la panchina porta risposte importanti ad Alonso, in particolare con il rientrante Shengelia, e sono i baschi a prendere in mano la partita. L’Olimpia continua a restare con la testa sulla partita, fa girare in più di un’occasione bene il pallone in attacco ed è sempre lì (38-37 al 20’), pur con qualche errore banale da vicino a canestro.

Un problema all’adduttore non consente a Kalnietis il rientro sul parquet nella ripresa, "per precauzione" viene ufficialmente scritto dal club milanese. La squadra di casa parte fortissimo e scava subito un solco: Hanga inventa ed i suoi volano in un lampo a +8 (50-42 al 23’). Nemmeno il timeout di Repesa serve a fermare la mareggiata ed il Baskonia ne approfitta, con un Tillie quasi infallibile, arrivando anche a +19. Il coach si affida così al quintetto italiano, con il solo McLean non azzurro, e trova qualche risposta a livello di energia, ma non è sufficiente ed il Baskonia controlla facilmente fino alla fine. Milano è sempre più sul fondo.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com

Milano-Barcellona 78-83

ARTICOLI CORRELATI:

La Dinamo Sassari non si fida dell'ex
La Dinamo Sassari non si fida dell'ex
Reggio Emilia si mobilita per ricordare Bryant
Reggio Emilia si mobilita per ricordare Bryant
Dan Peterson ricorda l'uomo Kobe Bryant
Dan Peterson ricorda l'uomo Kobe Bryant
Basket, metà serie A multata
Basket, metà serie A multata
L'Olimpia riporta Crawford in Italia
L'Olimpia riporta Crawford in Italia
Basket, minuto di silenzio per Kobe Bryant
Basket, minuto di silenzio per Kobe Bryant
 
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli