Milano batte Cantù e torna sola

20 Marzo 2016

Un primo tempo ‘dormiente’, poi l’Olimpia Milano stringe l’Acqua Vitasnella Cantù nella propria morsa difensiva, domina sotto canestro con Esteban Batista e scappa, portandosi a casa il derby numero 157 (72-65). Il parziale di 25-9 del terzo quarto decide la sfida, quando il pivot uruguaiano fa il vuoto e costruisce il vantaggio milanese, così come la propria doppia doppia personale. C’è anche un ottimo Gentile a cavallo dell’intervallo lungo, mentre sono da rivedere le percentuali dall’arco e, soprattutto, quelle dalla lunetta. La squadra ospite paga l’assenza dell’ultim’ora di Fesenko e trova solo con Abass e Ukic un po’ di continuità nell’arco del match. 
 
Repesa rinuncia a Simon e Barac per turnover, mentre Bazarevich deve far fronte al problema sotto i tabelloni, per l’assenza del totem. Inizio molto equilibrato, con qualche errore di troppo da ambo le parti, poi sono gli ospiti a segnare un primo allungo (16-23 al 12’), con 8 punti di Abass e le triple, mentre i biancorossi non trovano la mano dall’arco. Il break viene subito annullato, grazie all’asse Kalnietis-McLean, però l’EA7 si distrae in difesa e la squadra brianzola riprende il comando della sfida, fino a quando non sale di tono capitan Gentile e lancia l’11-2, con cui arriva riaggancio e sorpasso (34-31 al 18’), anche se all’intervallo si va in perfetta parità per la tripla di Ukic sulla sirena. 
 
L’inizio di ripresa vede Batista dominare sotto le plance, tra punti e rimbalzi, lanciando l’allungo milanese, nonostante l’1/6 alla lunetta della squadra di Repesa, toccando la doppia cifra di vantaggio (48-38 al 25’), quando Gentile piazza la tripla frontale. La difesa biancorossa non permette più un attacco semplice ai brianzoli, così il parziale prosegue, arriva a 15-0 e permette all’EA7 di mettere una seria ipoteca sul match, raggiungendo il +15. I 12.000 del Forum esplodono sulla sirena del terzo quarto, quando Lafayette recupera e alza l’alley-oop per la schiacciata di McLean ed il nuovo massimo vantaggio (61-45 al 30’). La partita finisce qua, perché Milano controlla agevolmente nel quarto periodo, nonostante si addormenti un po’ e permetta agli ospiti di tornare a -6, portando a casa derby, lo ‘sweep’ stagionale e primato solitario.
 
In collaborazione con basketissimo.com
©

ULTIME NOTIZIE:

©Ferdinando Minucci ne ha un po' per tutti
Ferdinando Minucci ne ha un po' per tutti
©Nico Mannion chiarisce perché ha scelto la Virtus Bologna
Nico Mannion chiarisce perché ha scelto la Virtus Bologna
©Nico Mannion, clamorosa rivelazione sulle Olimpiadi di Tokyo 2020
Nico Mannion, clamorosa rivelazione sulle Olimpiadi di Tokyo 2020
©Brindisi bombarda la Fortitudo
Brindisi bombarda la Fortitudo
©Olimpia Milano, Ettore Messina contro gli arbitri dopo il poker con l'Efes Pilsen
Olimpia Milano, Ettore Messina contro gli arbitri dopo il poker con l'Efes Pilsen
©Brindisi, c'è un positivo a poche ore dal match con la Fortitudo
Brindisi, c'è un positivo a poche ore dal match con la Fortitudo
 
Pernille Harder bella da impazzire: le foto
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume II)
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume I)
Gianluigi Donnarumma sbalordisce con un nuovo tatuaggio: le foto
Calcio, le maglie più originali della stagione 2021/2022: le foto
Francia-Spagna 2-1, le pagelle
Djimsiti, che guaio per l'Atalanta: le foto
Nations League, Italia-Spagna 1-2: le pagelle della sfortunata semifinale