Messina, il primo ko arriva da Indiana

8 Marzo 2016

A poche ora dalla vigilia Ettore Messina si è ritrovato fra le mani le redini degli Spurs per un problema medico famigliare di Gregg Popovich, e  il back to back  con due trasferte nel giro di 24 ore è iniziato con la prima sconfitta a Indiana, la stessa formazione contro la quale aveva un anno fa diretto  la sua prima partita  da capo allenatore.  In seguito Popovich aveva dato la squadra a Messina per la preseason autunnale a Sacramento  finita con una sconfitta.
 
Indiana voleva interrompere una catena di 8 consecutive con gli Spurs  dalla stagione 2006-07 e ci è riuscita con una gara intensa, puntigliosa, guidata fin dall'inizio.  San Antonio però non ha mollato, sotto costantemente di 5 punti è arrivata a -3 (80-77) con 2 liberi di Aldridge ma  Monta Ellis ha replicato e la gara si è chiusa con una tripla di Paul George e la vittoria è quell'iniezione di fiducia che serviva per tenere il passo da playoff.
 
"Abbiamo avuto tanti tiri favorevoli, ma non tutti son andati a segno. Non siamo stati precisi come avremmo dovuto" , questa l'analisi di Messina a botta calda.
 
Si tratta della decima sconfitta per gli Spurs contro 53 vittorie , sempre sotto il proprio record , risultato migliore anche rispetto le stagioni dei 5 titoli.
 
Partita in un certo senso beffarda perchè nella partita col più alto numero di tiri della stagione, 96,  si è andati dalla parte opposta come precisione nel tiro da 3. E il 4/28 per il 14,3% è la peggiore percentuale della stagione, cosiccome i punti segnati nel 1° e 2° quarto,  13 e 32.  I texani hanno vinto il duello ai rimbalzi (52/48) ma metà li hanno messi in cascina  Dunan (14) e Aldridge (12).  Impreciso anche Leonard (1/7 da3), l'uomo più continuo nell'arco di mesi, anche Patti  Mills  non è riuscito a fare poi meglio (3/10 dall'arco, 17 punti) mentre Toni Paker ha avuto un problema per un'insaccatura di un dito e si è visto poco. Stanotte replica a Minnesota e dopo altre 18 are con la doppia sfida in casa e fuori contro i Warriors.
 
Dopo la sconfitta imbarazzante di Los Angeles sponda Lakers, i primi della classe  hanno invece  fatto crollare due record assoluti . Il primo riguarda le 45 vittorie consecutive in casa fra il 2015 e il 2016 che cancellano il primato dei Bulls 95-96  durato 20 anni; l'altro riguarda Curry che con 7 triple è diventato il primo giocatore a segnare più di 300  triple, un recod mostruoso pensando che ha ancora davanti a sè 20 partire.
 
Il potere logora invece chi non ce l'ha e lunedì notte Memphis che veniva da uno scivolone casalingo con i malmessi Suns è andata a vincere a Cleveland, un campo  che l'anno scorso era stato un baluardo, ma i continui passi falsi non hanno impedito a LeBron di guidare la East Conference senza un vero avversario di  grandi ambizioni, come l'anno scorso gli Hawks che furono i primi dopo 82 partite.  LeBron continua a dire che se cominciassero oggi i playoff la squadra non sarebbe pronta, sarà per quesyo he nei giorni scorsi è ndato a allenarsi a Miami in compagna del suo amico Dwayne Wade, non meravigliamoci quindi di ritrovarlo la prossima stagione con la maglia degl Heat con quali ha vinto due titoli, contro le 2 finale perse con la squadra della sua città.
 
AGENDA SKY TV -Giovedì 10 marzo ancora i Warriors alla Oracle Arena con Utah: appuntamento alle 4.30 di mattina; differita sempre giovedì alle 14 SS 2HD e 17 SS 3HD). Da  Memphis diretta alle 2 di notte (SS 1HD) di sabato 12 marzo Grizzlies-Pelicans (differita sempre sabato dalle 14 e 18 SS 2HD). Chiusura  settimanale  domenica alla AT&T di San Antonio con la diretta alle 2.30 del 13 marzo su SS 1HD (differita 10.30 SS 2 HD,14.50 SS 1HD).
 
RISULTATI lunedì 7 marzo -  GOLDEN STATE-Orland 119-113 ( 41 S.Curry 14/24 7/13 da3 tl6/7 13r 3a 4re 5pe, 27 K.Thompson 11/23 5/11 da3 6a, 1 Dra.Green  0/3 tl1/2 9r 10a; 20 A.Gordon +16r, 20 E.Fourier, 20 B.Jennings, 19 V.Oladipo 9r 8a); CHARLOTTE-Minnesota 108-103 ( 34 K.Walker 7r 6a; 28 KA Towns  4r  2a); CLEVELAND-Memphs 103-106 (28 L.James 9r 5a; 26 T.Allen 2r 4a); CHICAGO-Milwaukee 100-90 (12 P.Gasol 17r 13a, 22 D.Rose  7a, 12 T.Gibson 10r; 20 J.Bayless, 11 G.Monroe 14r, 18 K.Middleton, 18 J.Parer +11r, 12 G.Antetokounmpo 5r 10a); NEW ORLEANS- Sacramento 115-112 (31 A.Davis 10r, 20 N.Cole, 20 J.Holiday  1/5 a3 10a; 40 D.Cousins 16/29 0/3 da3 tl8/9 16r 4a 4re 5pe, 18 R.Rondo 7/12 3/7 da3 10a 5pe,  18 R.Gay 10r, 12 M.Belinelli 4/6 2/4 a3 tl2/2 1a); Dallas-LA CLIPPERS 90-109 (22 D.Nowitzki 0/4 tl4/5 6r, 9 C.Parsons 3/12  1/5 da3 8r, 13 D.Lee 4/11 tl3/6;  23 D.Joran 20r  tl11/19, 27 C.Paul  12/18 2/6da3  7a, 22 JJ Redick 4/6 a3
 
A cura di ENRICO CAMPANA
©

ULTIME NOTIZIE:

©Paolo Banchero in NBA, Dan Peterson spegne gli entusiasmi
Paolo Banchero in NBA, Dan Peterson spegne gli entusiasmi
©NBA Draft, l'azzurro Paolo Banchero scelto da Orlando alla N.1
NBA Draft, l'azzurro Paolo Banchero scelto da Orlando alla N.1
©La notte di Paolo Banchero: Houston in rampa di lancio
La notte di Paolo Banchero: Houston in rampa di lancio
©NBA, Kyrie Irving diventa una forte suggestione per i Knicks
NBA, Kyrie Irving diventa una forte suggestione per i Knicks
©Morto Caleb Swanigan, NBA in lutto
Morto Caleb Swanigan, NBA in lutto
©Golden State, il grande dubbio di Andre Iguodala
Golden State, il grande dubbio di Andre Iguodala
 
Da Weah e Schwarzenegger a Klitschko e Tommasi: i campioni in politica, foto
Alex Greenwood è clamorosa: le foto della pazzesca calciatrice del Man City
Milan, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Roma, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Inter, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Napoli, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Juventus, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Aleksandar Kolarov e gli altri: i calciatori che si sono ritirati in questa stagione