Marc Marquez, momento critico: l’ammissione del fratello

Venti gare senza vittoria per la Honda e per il fuoriclasse catalano: “Ha fastidi e non può dare il massimo, ma non dobbiamo farci prendere dal panico”.

Venti gare senza vittorie per la Honda e per Marc Marquez. La scuderia giapponese e l’otto volte campione del mondo non vincono da Valencia 2019 e nelle ultime due gare il catalano è stato protagonista di tre cadute che hanno fatto emergere alcuni dubbi sulle sue condizioni.

Nei box Honda si ammette che la situazione è critica, a cominciare dal team manager della HRC Alberto Puig: “È stato nuovamente un weekend non certo dei migliori, per noi. Sapevamo che al Mugello sarebbe stato difficile, ma non siamo nemmeno arrivati al livello di competitività che avremmo voluto. Siamo contenti del primo giro fatto da Marquez al via, Marc ha detto che si sentiva bene in sella. Purtroppo però è caduto al secondo giro, coinvolto in un errore di Binder”.

“L’unica cosa che possiamo fare è andare avanti. Sappiamo che non è certo il nostro momento migliore, ma non ci arrendiamo”.

Alex Marquez ha spiegato che le condizioni del fratello Marc non sono ottimali: “Ha alcuni fastidi che gli impediscono di dare il 100%. Sta soffrendo, la Honda è una moto molto fisica e quando non sei al massimo non puoi dare tutto quello che vorresti, ci sono problemi e diventa tutto più difficile. Non bisogna farci prendere dal panico, c’è da risolvere una questione fisica, e presto sarà tutto come prima”, le parole riportate da Motosan.

Articoli correlati

P