Lorenzo: "Ecco perché me ne sono andato"

21 Aprile 2016

Il centauro della Yamaha Jorge Lorenzo ha commentato in conferenza stampa a Jerez il suo passaggio alla Ducati: "E' stata la decisione più importante della mia vita e della mia carriera. Ma è un momento ancora molto lontano, ci sono ancora 15 gare da disputare e la mia concentrazione è sul presente. Combatto per vincere ancora con la Yamaha quest'anno".
 
"Credo che ci siano stati molti motivi per questo cambio, ma il più importante è stata la motivazione. La sfida di provare a vincere con un'altra moto, di dare il massimo. Penso di essere uno dei piloti più professionali, do il 100%, sono totalmente concentrato, sentivo di aver bisogno di avere questo stimolo di lavorare sodo come ho fatto finora. Questa è la motivazione principale".
 
Poi annuncia l'"alleanza" con Casey Stoner, attuale collaudatore Ducati: "Non ho ancora parlato con lui, ma avremo tempo in abbondanza in futuro per parlare della moto".
 
"Alla Yamaha non mi preoccupavo di essere numero uno o numero due, per me era sufficiente avere lo stesso trattamento del mio compagno. In futuro alla Ducati, avrò più l'opportunità di creare la moto che voglio guidare".
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Valentino Rossi: Kevin Schwantz non è tranquillo
Valentino Rossi: Kevin Schwantz non è tranquillo
©Valentino Rossi - Franco Morbidelli: arrivano novità dalla Ducati
Valentino Rossi - Franco Morbidelli: arrivano novità dalla Ducati
©MotoGp, Jorge Lorenzo stronca Alex Marquez
MotoGp, Jorge Lorenzo stronca Alex Marquez
 
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto