Jorge Lorenzo non cerca scuse

Il maiorchino tra gli ultimi: "La Ducati mi ha insegnato a essere paziente".

Jorge Lorenzo, ventunesimo nella seconda sessione di libere a Rio Hondo, ha commentato così la sua situazione: "Non sono in perfette condizioni, ma questo non è il problema. E’ più l’inesperienza e il non conoscere la moto, devo capire come frenare ed entrare in curva nel modo migliore. Mi mancano chilometri, ho bisogno di capire tante cose della moto e del setting. Oggi siamo stati penultimi ma a nove decimi dal primo, l’Argentina non mi piace molto e questo ha influito".

"L’importante è mantenere la calma, senza strafare. Con il grip giusto potrei essere lì davanti, come nella FP1 in Qatar, quindi mi aspetto che quando arriveremo a Jerez, sarò molto competitivo. Queste due gare saranno difficili, ma proverò a cercare di ottenere i migliori risultati possibili ed accumulare esperienza con la moto senza cadere. L’esperienza che ho fatto con la Ducati mi porta a pensare che devo continuare a crederci e ad essere paziente".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesValentino Rossi chiede una mano a Cal Crutchlow
Valentino Rossi chiede una mano a Cal Crutchlow
©Getty ImagesValentino Rossi sa già dove deve migliorare
Valentino Rossi sa già dove deve migliorare
©Getty ImagesFranco Morbidelli non dimentica mai Valentino Rossi
Franco Morbidelli non dimentica mai Valentino Rossi
 
Juventus-Lazio 3-1, le pagelle
Parma-Inter 1-2, le foto della vittoria nerazzurra
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle