Franco Morbidelli a cuore aperto su Valentino Rossi

"Dopo la morte di mio padre mi chiuse in una stanza e disse: se hai bisogno, sono qui" ha sottolineato.

29 Ottobre 2020

Franco Morbidelli, con il Corriere della Sera, si è soffermato sull’importanza di Valentino Rossi nella sua crescita, anche umana. "E’ come uno zio - ha raccontato -. La persona che più ammiro e alla quale devo tantissimo. Dopo la morte di mio padre mi chiuse in una stanza e disse: se hai bisogno, sono qui. Mi ha insegnato, aiutato, ispirato. Lui e Carlo Casabianca, preparatore atletico. Forse Carlo ha svolto una funzione paterna. Poi c’è Francesca, la mia morosa. Eravamo a scuola insieme, mi accompagna con amore, senza paura. Le donne sono più forti di noi".

I due, nel 2021, saranno compagni di squadra. "Vale ed io conosciamo già questo argomento - ha aggiunto Franco -. Lottiamo, mi fa andare in bestia quando mi supera e lui prova sentimenti identici. Il bello e che siamo talmente amici da non nascondere nulla. La rivalità avvicina. Siamo due personalità che stanno bene insieme. La nostra è una unione molto più forte di ogni antagonismo".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesMotoGp, Quartararo si arrende:
MotoGp, Quartararo si arrende: "Mi serve uno psicologo"
©Getty ImagesLivio Suppo non ha dubbi su Marc Marquez
Livio Suppo non ha dubbi su Marc Marquez
©Getty ImagesValentino Rossi, il consiglio di Pernat fa discutere
Valentino Rossi, il consiglio di Pernat fa discutere
 
Alessia Pasqualon, la miss dei motori
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina