Binotto amaro: "Ci hanno dato una lezione"

Il Team Principal della Ferrari ammette il momento difficile, ma non rinnega gli ordini di scuderia dati durante il Gp di Spagna.

L’approdo in Europa del Mondiale 2019 di F1 non ha cambiato gli orizzonti della Ferrari, in difficoltà al Montmelò come lo era stata a Baku e nelle prime gare della stagione.

A Barcellona le Rosse non hanno neppure acciuffato il podio e il Team Principal Mattia Binotto non può che ammettere lo stato di crisi, anche con parole dure:" Complimenti alla Mercedes che ha lavorato tanto e bene, ma questo per noi deve essere stimolo a lavorare di più. Non è stato un buon pomeriggio, nè un buon weekend. Gli aggiornamenti che abbiamo portato non si sono rivelati sufficienti. Per noi è stata una lezione, ma anche uno stimolo a fare meglio. Non molleremo".

Binotto difende poi la scelta del team di effettuare due ordini di scuderia: "Vettel era partito molto bene, ha bloccato la ruota anteriore e ha perso la posizione. Non avevamo delle strategie definite a inizio gara, abbiamo differenziato le scelte a gara in corso. E la scelta di invertire i piloti è stata fatta al momento giusto. Non è mai facile decidere, quando lo si fa bisogna esserne certi”.  
 

ARTICOLI CORRELATI:

F1, Mercedes:
F1, Mercedes: "Non lasciamo il circus"
Carlos Sainz dà una delusione al papà
Carlos Sainz dà una delusione al papà
F1, cancellato il Gran premio d'Olanda
F1, cancellato il Gran premio d'Olanda
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena