Spalletti: "Un gol e cambia tutto"

7 Marzo 2016

Missione impossibile per la Roma, che al Bernabeu è caccia dell'impresa dopo la sconfitta per 2-0 nella partita d'andata degli ottavi di Champions contro il Real Madrid. Sulla carta non ci sono chance per i giallorossi, ma le sette vittorie consecutive in campionato stanno dando più forza e convinzione a tutto l'ambiente, tanto che Luciano Spalletti in conferenza stampa non esclude nulla.
 
"E' una partita in cui dobbiamo pensare a fare un gol: se ci riusciamo la gara si ribalta nella testa. Dopo, cambierebbe tutto. C'è il risultato dell'andata che ci penalizza, ma non dobbiamo pensarci: se si pensa a dover fare tre gol diventa difficile, ma nel calcio diventano fondamentali dei risvolti psicologici. Se si fa un gol, tutto potrebbe cambiare", ha spiegato in conferenza stampa.
 
Spalletti compie proprio oggi 57 anni: "Cosa chiedo come regalo di compleanno? Di solito il festeggiato riceve i regali. Non oso chiederglielo ai ragazzi ma immagino che loro sappiano quale vorrei. Io sono solito chiedere ai miei giocatori l’impossibile ma in questo caso qui mi è sembrato di vedere nei loro volti che loro si aspettino molto di più come richiesta, per cui tutto diventa possibile". 
 
"Gli ultimi infortuni ci penalizzano? Una grande squadra non può dipendere da uno o due giocatori, se no non sarebbe tale. Abbiamo un paio di defezioni che ci complicano un po’ i piani ma mi fido di tutti i componenti della rosa che hanno già dimostrato di essere affidabili, come per esempio a Empoli. Anche questa volta sarà così, io mi aspetto molto da tutti". 
 
"Sarà una gara da falso nueve o servirà un vero attaccante? Probabilmente più da vero nove perché loro faranno una gara attenta, avendo il vantaggio del risultato dell’andata, e allora dovremmo essere noi a forzare le situazioni e con un giocatore con queste caratteristiche dovrebbe essere più facile. Il presidente ha pronosticato tre gol? E’ una bella persona ed è un positivo. Quando uno ha carisma ma è troppo distante non riesci a seguirlo nelle sue perfomance, se sta più a contatto invece riesci ad assorbirle più facilmente", le sue parole a Mediaset Premium.
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Champions League: la finale cambia sede
Champions League: la finale cambia sede
©Chelsea in finale, Real Madrid eliminato
Chelsea in finale, Real Madrid eliminato
©Neymar demolito in Francia
Neymar demolito in Francia
 
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto