Inter, niente miracolo: la Champions è già finita

Nerazzurri sconfitti in casa dal Barcellona: la contemporanea vittoria del Borussia Dortmund condanna Conte all'Europa League.

Nulla da fare per l’Inter, che cede in casa al Barcellona e vede sfumare per il secondo anno consecutivo all’ultima giornata la possibilità di avanzare agli ottavi di Champions League, traguardo che ai nerazzurri manca dal 2012. Nell’altra partita, il Borussia Dortmund ha battuto per 2-1 lo Slavia Praga concretizzando il sorpasso: tedeschi secondi con 10 punti alle spalle del Barcellona primo con 14. L’Inter resta a 7 e retrocede in Europa League.

A San Siro era tutto pronto per il miracolo con il maggior incasso di sempre per il calcio italiano e un Barcellona in campo con una formazione rimaneggiata, ma l’Inter non è riuscita a tradurre in gioco la carica emotiva. 
Buon primo tempo della squadra di Conte, che riesce a reagire allo svantaggio firmato Perez al 23’. D’Ambrosio e Biraghi sfondano, Lautaro e Lukaku sono sempre pericolosi e il pari arriva proprio da una combinazione dei due, al 43’: sponda dell’argentino e gran tiro del belga all’angolino rasoterra.

Al riposo Inter agli ottavi grazie all’1-1 del Borussia, ma nel secondo tempo il centravanti diventerà protagonista in negativo con due gol sbagliati (clamoroso il tiro addosso a Neto a tu per tu). Il Barcellona cresce alla distanza, l’Inter cala e si spegne dopo i due gol annullati a Lautaro e Lukaku per fuorigioco. Segna il Borussia e a tre dalla fine Ansu Fati, talento classe 2002 appena entrato, punisce Handanovic e fa sfumare il primo obiettivo stagionale dell’Inter.

ARTICOLI CORRELATI:

Champions League: i pericoli per le italiane
Champions League: i pericoli per le italiane
Ferencvaros pronto a riscrivere la storia
Ferencvaros pronto a riscrivere la storia
Bayern Monaco troppo forte per il Lione
Bayern Monaco troppo forte per il Lione
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa