Bassi, la verità di D'Aversa

"La decisione di andare via è stata solo sua: qui nessuno resta controvoglia" ha detto l'allenatore del Parma dopo la rescissione del portiere.

4 Aprile 2017

Vigilia di super-sfida per il Parma, che a Padova si gioca un pezzo di stagione. Il sorpasso ai biancoscudati caduti a Salò andrà legittimato all’"Euganeo" in un turno infrasettimanale decisivo per la corsa al secondo posto, che permetterà di evitare il primo turno dei playoff.

"Il Padova è una squadra solida con giocatori di categoria superiore, non bella da vedere, ma molto pratica e solida. Dovremo stare attenti” ha detto D’Aversa in conferenza, prima di liquidare con poche battute, ma significative, il caso del giorno, la rescissione-lampo di Bassi dopo appena un mese in maglia crociata, che non sembra essere stata così consensuale…:

"Ho parlato con Davide prima della partita di domenica spiegandogli la mia scelta, poi ho saputo tramite la società che aveva deciso di andare via. Avevamo preso un portiere in vista delle convocazioni in Nazionale di Zommers. A Parma non sta nessuno controvoglia, io ho fatto delle scelte tecniche e lui le sue valutazioni: la decisione di andarsene è stata solo sua".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesLuciano Spalletti: sempre più vicino il ritorno in Serie A
Luciano Spalletti: sempre più vicino il ritorno in Serie A
©Getty ImagesJuventus, annuncio di Andrea Agnelli su Cristiano Ronaldo e Andrea Pirlo
Juventus, annuncio di Andrea Agnelli su Cristiano Ronaldo e Andrea Pirlo
©Getty ImagesZamparini, nuovo retroscena su Paulo Dybala
Zamparini, nuovo retroscena su Paulo Dybala
 
Milan-Genoa 2-1, le pagelle: la decide un autogol di Scamacca
Europa League: Roma-Ajax 1-1, le foto
Liverpool-Real Madrid 0-0, le foto
Psg-Bayern Monaco 0-1, le foto della supersfida
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala