Scommesse, Conte vuole il rito abbreviato

Il commissario tecnico della Nazionale Antonio Conte ha chiesto di poter accedere al rito abbreviato nel procedimento che lo vede imputato per frode sportiva nella vicenda del calcioscommesse. Lo riporta l'Ansa. 
 
Sulla richiesta dei legali del tecnico il gup di Cremona Pierpaolo Beluzzi deciderà l'8 marzo: l'istanza è stata formalizzata da uno degli avvocati di Conte, Leonardo Cammarata.
 
Nelle precedenti udienze, i rappresentanti di Conte avevano spiegato che il Ct voleva "fare in fretta per uscire da questa vicenda, dimostrando la sua estraneità". 
 
Da qui la scelta del rito abbreviato che evita un dibattimento con tempi più lunghi e si svolge "allo stato degli atti", con le prove, quindi, già nel fascicolo. Anche l'ex vice di Conte al Siena, Angelo Alessio, ha fatto la stessa scelta processuale.
 
 

Articoli correlati