Ronaldo sbeffeggia la Juventus

Presente a Milano per seguire dal vivo la finale di Champions tra Atletico Madrid e Real Madrid, Ronaldo ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport.
 
Il "Fenomeno", a proposito di Champions, non considera la Juventus come una grande d'Europa: "No, non molto. Sono stato anche a Berlino a vedere la finale con il Barcellona e posso dire che non c’è stata partita. La Juve vince da cinque anni in Italia, ma in Europa è un’altra cosa. Comunque spero davvero che i club italiani tornino al livello di un tempo non troppo lontano".
 
Se fosse nei panni di Morata non esiterebbe a lasciare la Juve per il Real: "Certamente, e senza troppi pensieri. Tutti vogliono andare nel club più grande del mondo e il Real Madrid lo è".
 
In finale potrebbe trionfare Diego Simeone, ma Ronaldo non è un ammiratore del calcio proposto dall'argentino: "Io sono innamorato del calcio giocato bene, del fair play. Simeone ha un temperamento argentino e trasmette ai giocatori cose che a me non piacciono, però è un grande allenatore. La sua squadra gioca bene, chiusa e compatta. Ha un suo stile ed è difficile da affrontare".
 
Il Cholo, però, potrebbe allenare l'Inter un giorno: "Credo che prima o poi tornerà, l’ho detto tante volte, perché a questo club è molto legato".
 
 

ARTICOLI CORRELATI:

Il Foggia si sente già in Serie C
Il Foggia si sente già in Serie C
Daniele Mannini fa gli auguri al Pisa
Daniele Mannini fa gli auguri al Pisa
Lukaku rapito dall'Inter:
Lukaku rapito dall'Inter: "Mai avuto dubbi su dove andare"
 
Eleonora Boi, il fascino della giornalista
Michela Persico, la modella-giornalista
Zaira Nara e Wanda Nara: il derby della sensualità
Con Wanda Nara la vita è meno amara