Pescara-Como, fioccano le squalifiche

Il rissone scaturitosi al termine di Pescara-Como per un fallo di un giocatore del Como ai danni di Benali un attimo dopo il fischio finale di Rapuano ha portato il Giudice Sportivo a sanzionare in maniera pesante sia il giocatore biancazzurro che Nicolo Barella per i comaschi.
 
Sono quattro le giornate inflitte a Benali per "avere, al termine della gara, afferrato con entrambe le mani, in maniera violenta, il collo di un calciatore avversario e successivamente, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti del medesimo avversario, venendo trattenuto a fatica da alcuni compagni di squadra".
 
Sanzione meno dura per Barella che non potrà scendere in campo per le prossime 3 gare. Queste le motivazioni del Giudice Sportivo Emilio Battaglia: "Per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco, spinto con vigoria un calciatore avversario e negli spogliatoi, all'atto della notifica del provvedimento di espulsione, rivolto al Direttore di gara un epiteto ingiurioso". 

ARTICOLI CORRELATI:

Juventus-Inter, ipotesi altro stadio
Juventus-Inter, ipotesi altro stadio
Moratti:
Moratti: "Rinvio mi sembra adeguatissimo"
Successo PSG ma Neymar perde la testa
Successo PSG ma Neymar perde la testa
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium