Parma show: è Campione d'inverno

I crociati dominano il Ravenna (3-2) e volano a +7 sulla seconda.

6 Dicembre 2015

Prove tecniche di promozione. Il Parma centra la sesta vittoria casalinga su 8 partite superando il Ravenna ben oltre a quanto indicato dal 3-2 finale, e festeggia al contempo anche il titolo d’inverno con 2 turni d’anticipo, grazie al contemporaneo ko del Forlì contro il San Marino: crociati a +7 sull’Altovicentino e a +8 sul Forlì, in un campionato che promette di essere “ammazzato” con largo anticipo.
 
Il Ravenna si deve arrendere dopo appena 23’, i migliori giocati dal Parma in tutta la stagione. Pressing, giocate di qualità e determinazione feroce frastornano i giallorossi, piegati subito da una deviazione di Messina (in campo all’ultimo per l’infortunato Benassi) su punizione di Corapi, e poi da un’autorete di Elia Ballardini (che completa la pessima giornata della famiglia, visto il crollo a Bergamo del Palermo di papà Davide) che devìa rocambolescamente una sponda a centro area di Corapi su cross di Melandri.
 
Il tris arriva al 23’ con Baraye, al 9° gol stagionale con tanto di dribbling sul portiere del Ravenna dopo un lancio di 40 metri dalla difesa. E ci starebbe pure il poker, senza il palo di Melandri.
 
Parma stellare, insomma, e Ravenna piccolo piccolo, reso tale anche da un atteggiamento troppo disinvolto in fase difensiva.
 
I crociati però spengono la luce nel secondo tempo, giocato quasi solo dal Ravenna. Nel Parma ci prova il solo Melandri, che cerca a più riprese la soddisfazione personale, che non arriva, così i romagnoli salvano la faccia con un rigore di “nonno” Innocenti (41 anni) per fallo di mano di Simonetti e un gol in mischia allo scadere dello stesso Ballardini. Il Ravenna chiude in attacco, e Apolloni esce dal campo accigliato. Ma la sostanza non cambia…
 
 
Il tabellino
Parma-Ravenna 3-2
Marcatori: 11’ Messina; 17’ aut. Ballardini; 23’ Baraye; 77’ rig. Innocenti; 92’ Ballardini
Parma (4-2-3-1): Zommers; Messina, Lucarelli, Cacioli, Saporetti; Simonetti, Giorgino (46' Miglietta); Ricci (53' Lauria), Corapi (85' Rodriguez), Melandri; Baraye. (Fall, Adorni, Benassi, Agrifogli, Sereni, Musetti). All.: L. Apolloni.
Ravenna (4-3-3): Iglio; Maini, Leonardo, Mandorlini, Righini (81' Del Mastio); Antoniacci, Ambrogetti, Guagneli (70' Battiloro), Ballardini; Amrogetti, De Vecchis (84' Petrascu), Innocenti. (Marendon, Caidi, Atzori, Minardi, Mantovani, Magni). All.: A. Mosconi.
Arbitro: D'Ascanio (Ancona)
Ammoniti: Maini, Cacioli, Saporetti, Simonetti e Mandorlini
 
 
CLASSIFICA: Parma 43; Altovicentino 36; Forlì 35; San Marino 32; Delta Rovigo 29; Imolese, Ribelle 27; UnionArzignanoChiampo, Lentigione 25; Legnago 24; Virtus Castelfranco 23; Sammaurese 22; Correggese 21; Ravenna 20; Villafranca Vr., Romagna Centro 17; Mezzolara 15; Fortis Juventus 10; Bellaria 8; Clodiense 4 
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Inter, Zanetti:
Inter, Zanetti: "Taribo West stava per strozzare Lucescu"
©Mauro Icardi come Christian Eriksen
Mauro Icardi come Christian Eriksen
©Filippo Inzaghi ora si toglie qualche sassolino
Filippo Inzaghi ora si toglie qualche sassolino
 
Alessia Pasqualon, la miss dei motori
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina