Il Chievo a Michele Marcolini

La sua prima esperienza in panchina è stata al Lumezzane nel 2013/14 in Prima Divisione.

4 Luglio 2019

E' Michele Marcolini il nuovo allenatore del Chievo.

Michele Marcolini nasce a Savona, il 2 ottobre 1975. Esordisce nel calcio professionistico nel ruolo di centrocampista nel campionato 1994/95 quando, neanche ventenne, scende in campo con la maglia del Sora in Serie C1. Dopo tre stagioni con la squadra laziale, si trasferisce al Bari, formazione che milita in Serie A. Nei quattro campionati che disputa con i biancorossi, colleziona 86 presenze condite da cinque reti. 

Dopo l'esperienza in Puglia segue un biennio in Serie B al Vicenza. Nelle stagioni 2001/02 e 2002/03 scende in campo 69 volte realizzando 11 reti. Nel 2003/04 inizia un'esperienza triennale all'Atalanta: 108 presenze totali e 12 reti realizzate fra Serie A (una stagione) e Serie B (due stagioni).

È il luglio del 2006 quando il suo cartellino viene acquistato dal ChievoVerona. Con i colori gialloblù disputa cinque stagioni tra Serie A (quattro campionati) e Serie B (una sola stagione): in totale le presenze tra i due massimi campionati italiani sono 145 con 19 gol segnati. Nove presenze (con una rete) in Coppa Italia e quattro presenze nelle Coppe Europee completano il bilancio della sua esperienza in gialloblù.

Le ultime due stagioni da giocatore le vive a Padova (in Serie B nel 2011/12, 34 presenze e una rete) e Lumezzane (in Prima Divisione nel 2012/13, 26 presenze e 2 reti). Vanta, in totale, anche 35 presenze e 5 reti in Coppa Italia e, solo con la maglia del ChievoVerona, due presenze in Coppa Uefa. Terminata la carriera da calciatore, Marcolini si dedica presto a quella di allenatore. La sua prima esperienza in panchina è al Lumezzane nel 2013/14 in Prima Divisione, e si conclude con un 14° posto in classifica. La stagione successiva siede sulla panchina del Real Vicenza (sempre in Lega Pro), e conduce la sua squadra fino al 7° posto finale. Seguono le esperienze al Pavia (stagione 2014/15) e al Santarcangelo (2015/16), anticamera del primo trionfo da allenatore, che arriva alla guida dell'Alessandria nel campionato 2017/18. Subentrato a metà novembre con la squadra piemontese invischiata in zona playout, si rende protagonista di una rimonta entusiasmante che culmina con la conquista della Coppa Italia di Serie C e il quarto posto finale in classifica.  Questi ultimi risultati gli valgono la chiamata, fra le altre, dell'Avellino che nel giugno del 2018, lo ufficializza come nuovo tecnico biancoverde per il campionato di Serie B. La mancata iscrizione al campionato della società campana, però, gli impedisce di misurarsi con il secondo campionato calcistico italiano. L'ultima esperienza in panchina risale alla stagione appena conclusa: il 27 novembre 2018 è chiamato a sostituire Massimiliano Alvini sulla panchina dell'Albinoleffe, che staziona nelle retrovie del Girone B della Serie C. Anche in questo caso Marcolini riesce nell'obiettivo di salvare la squadra, chiudendo al 14° posto.

 

©Getty Images

NOTIZIE TOKYO 2020:

©Getty ImagesPaola Egonu forza 29: le Azzurre del volley stendono la Turchia
Paola Egonu forza 29: le Azzurre del volley stendono la Turchia
©Getty ImagesTokyo 2020, splendida Maria Centracchio: ancora un bronzo dal judo
Tokyo 2020, splendida Maria Centracchio: ancora un bronzo dal judo
©Getty ImagesScherma flop, Elisa Di Francisca non usa giri di parole
Scherma flop, Elisa Di Francisca non usa giri di parole
©Getty ImagesCamila Giorgi sempre più travolgente a Tokyo 2020
Camila Giorgi sempre più travolgente a Tokyo 2020
©Getty ImagesTokyo 2020, atroce beffa per Stefanie Horn
Tokyo 2020, atroce beffa per Stefanie Horn
©Getty ImagesTokyo 2020, per il Settebello dal pianto greco alla rimonta
Tokyo 2020, per il Settebello dal pianto greco alla rimonta
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle