Gattuso fra arbitro e il ‘virus’ di Higuain

L'allenatore del Milan: "Devo solo fare i complimenti ai miei ragazzi".

Gennaro Gattuso ha visto un buon Milan in campo a Jeddah, ma non è bastato per strappare la Supercoppa Italiana alle grinfie di Cristiano Ronaldo e della Juventus.

“Devo solo fare i complimenti ai miei ragazzi – ha dichiarato l’allenatore del Milan a Rai Sport – abbiamo provato a scalare una montagna. Abbiamo dato tutto, anche qualcosa in più, ora andiamo avanti. Per questa sera c’è rammarico e c’è amarezza”.

Sull’arbitraggio Gattuso è netto: “Non capisco perchè se abbiamo la tecnologia non la si usa. L’espulsione di Kessie ci sta, poi gli episodi li giudicate voi. Io Parlo dei fuorigioci: per due volte si è permesso alla Juve di finire l’azione, mentre Cutrone è stato bloccato subito in posizione dubbia. Queste cose non le capisco”.

Sulla situazione Higuain: “Ieri sera aveva 38.5 di febbre e abbiamo fatto di tutto per recuperarlo, ma ieri notte ha dormito poco. Sembra una barzelletta, ma è vero. Quando il principe è venuto a salutarci, io ho deciso di non farlo venire, perchè temevo che il virus colpisse anche gli altri. La sua ultima partita al Milan? Mi brucia lo stomaco, mi sto leccando le ferite e devo pensare a tutti gli altri calciatori. Vedremo cosa accadrà domani”.

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesCessione Milan: un fondo esce allo scoperto, comunicato ufficiale
Cessione Milan: un fondo esce allo scoperto, comunicato ufficiale
©Getty ImagesSpezia-Benevento finisce in parità
Spezia-Benevento finisce in parità
©Getty ImagesAndrea Cossu racconta tutto:
Andrea Cossu racconta tutto: "E' stato un miracolo"
 
Parma-Inter 1-2, le foto della vittoria nerazzurra
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto