Eder-Inglese, Chievo-Samp senza vincitori

Botta e risposta: al Bentegodi finisce 1-1.

2 Novembre 2015

Finisce in pareggio la prima gara del lunedì sera tra Chievo e Sampdoria al Bentegodi: 1 a 1 al termine di una gara spettacolare soprattutto nella ripresa tra due squadre vogliose di dimostrare il proprio valore. E così è stato in una gara giocata a viso aperto, senza risparmio di energie.
 
Primo tempo. Inizio tambureggiante della Samp che costringe il Chievo sulla difensiva. A tal punto che Eder e Muriel «spiegano» subito a Bizzarri e compagni che la serata (probabilmente) non farà rima con passeggiata. Non passano 8 minuti che l’iniziale supremazia ospite si concretizza con la rete firmata da Eder che batte imparabilmente l'estremo di Maran infilandosi tra i centrali (addormentati) del Chievo. Deve passare oltre un quarto d’ora per osservare la prima conclusione del Chievo, Meggiorini da fuori, palla alta. Sul fondo, invece, finisce la conclusione di Castro un minuto dopo. 24’: ci prova Inglese sempre da fuori, palla di poco sopra l’incrocio. Il Chievo spinge e perviene al pareggio al 34’: Inglese finalizza un centro di Meggiorini, battendo Viviano per l’1 a 1.
 
Secondo Tempo. Chievo subito all’arrembaggio. 3’: Radovanovic calcia alle stelle, al 5’ Meggiorini ruba palla e centra sul secondo palo per Castro, immediata la battuta al volo che, per fortuna della Samp, sbatte contro il corpo di un difensore, salvando la porta doriana. 12’: espulso Maran, l’allenatore del Chievo, per proteste dopo un fallo su Meggiorini non ravvisato dall’arbitro. Situazione, questa, che incoraggia la Samp a uscire di nuovo allo scoperto: la partita si fa più cattiva, si accende una mischia in area clivense, sbroglia Dainelli. 17’: prime sostituzioni, dentro Paloschi per Inglese nel Chievo.
 
20’: occasionissima per i clivensi, Cacciatore stacca più in alto di tutti, incontrastato a centro area, palla sul fondo di un niente. Sull’altro fronte la Samp si fa nuovamente pericolosa con Muriel (22’), irresistibile in profondità, Bizzarri gli dice no con un’efficace deviazione. Gran partita tra due squadre che non si risparmiano. Al 2 a 1 va vicino anche il neo entrato Paloschi con una deviazione volante al 29’. Prima sostituzione nella Sampdoria: dentro Soriano per Muriel; nel Chievo ecco Pepe per Birsa. 35’: è la volta di Barreto a fare gridare alla rete i tifosi doriani, la sua staffilata finisce a lato di poco. Nuova sostituzione nella Samp: dentro Cassano per Eder mentre tra i clivensi entra Rigoni per Meggiorini. Ultime fiammate di una partita che non ha lesinato emozioni. Il Chievo a testa bassa. Tre minuti di recupero, Viviani salva su Paloschi. È l'ultima emozione.
 
Il tabellino
Chievo-Sampdoria 1-1
Marcatori: 9’ Eder; 35’ Inglese
Chievo (4-3-3): Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (77′ Pepe); Inglese (63′ Paloschi), Meggiorini (83′ Rigoni). All.: R. Maran.
Sampdoria (4-3-3): Viviano; Cassani, Zukanovic, Silvestre, Mesbah, Ivan (46′ Palombo), Fernando, Barreto; Carbonero, Eder (82′ Cassano), Muriel (76′ Soriano). All.: W. Zenga.
Arbitro: Gavillucci (Latina)
Ammoniti: Silvestre, Dainelli, Hetemaj, Meggiorini, Cassani
Espulso: Maran al 56' per proteste
 

 

©

ARTICOLI CORRELATI:

©Disastro Roma: due espulsi in 30 secondi e 6 cambi. Spezia ai quarti
Disastro Roma: due espulsi in 30 secondi e 6 cambi. Spezia ai quarti
©Pari del Chievo a Vicenza, Aglietti:
Pari del Chievo a Vicenza, Aglietti: "Ci sta stretto"
©Lazio, Luis Alberto operato d'urgenza
Lazio, Luis Alberto operato d'urgenza
 
Inter-Juventus 2-0, le pagelle
Le pagelle di Lazio-Roma 3-0
Supercoppa alla Juve, le foto
Serie A: le foto di Roma-Inter 2-2
Le pagelle di Milan-Juventus 1-3
Cristiano Ronaldo schianta da solo l'Udinese: le foto