Azionariato e merchandising, il Parma cambia

Aumenta al 90% la quota dei sette soci che hanno salvato il club ducale.

4 Maggio 2017

Mentre non si spengono le voci sul possibile ingresso di soci cinesi, in casa Parma la settimana dell’attesissimo ritorno del derby dell’Enza al 'Tardini' vede sfumare quasi del tutto la prospettiva dell’azionariato popolare.

Al fine di sostenere le spese della squadra, Nuovo Inizio srl, la società che possiede il Parma Calcio 1913 srl, ha infatti deciso di azzerare il proprio capitale, per poi ricostituirlo.

L’azionariato popolare, rappresentato dalla società Parma partecipazioni calcistiche spa, si è quindi ridotto al 10%, mentre le quote dei “Magnifici 7” (Barilla, Dallara, Pizzarotti, Del Rio, Gandolfi, Ferrari e Giacomo Malmesi, quest’ultimo confermato nel ruolo di amministratore, facente funzione di presidente in attesa che il cda scelga l’erede di Nevio Scala) sono conseguentemente salite al 90%.

 

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesZlatan Ibrahimovic:
Zlatan Ibrahimovic: "Starei al Milan tutta la vita"
©Getty ImagesIl Napoli abbatte la Lazio: cinquina con vista Champions
Il Napoli abbatte la Lazio: cinquina con vista Champions
©Getty ImagesMilan - Zlatan Ibrahimovic: è arrivato l'annuncio ufficiale
Milan - Zlatan Ibrahimovic: è arrivato l'annuncio ufficiale
 
Serie A: Napoli-Lazio 5-2, le foto
Serie A: Roma-Atalanta 1-1, le foto
Milan-Genoa 2-1, le pagelle: la decide un autogol di Scamacca
Europa League: Roma-Ajax 1-1, le foto
Liverpool-Real Madrid 0-0, le foto
Psg-Bayern Monaco 0-1, le foto della supersfida