Arbitri in tv, mezzo passo indietro: Trentalange chiarisce

Dopo le polemiche per l'esperimento Orsato, il presidente dell'AIA fa chiarezza sul futuro delle interviste tv ai direttori di gara.

20 Marzo 2021

Gli arbitri si riallontanano dai microfoni delle tv, almeno fino a nuove indicazioni da parte dell'AIA.

Dopo le polemiche seguite alla prima, storica ospitata di un arbitro di Serie A in attività (Daniele Orsato) in televisione, l'AIA ha confermato, per voce del suo presidente Alfredo Trentalange, di volersi prendere un po' di tempo prima di ripetere l'esperimento.

Intervistato nel corsod ella trasmissione 'Dribbling', su Rai 2, Trentalange ha chiarito il motivo: "L’esperimento Orsato è nato in buona fede, ma abbiamo visto che gli arbitri sono più bravi ad arbitrare che a comunicare. Penso ci sia bisogno di una formazione in questo senso, ci siamo presi un attimo di ripensamento".

"Si cresce per didattica e per confronto - ha poi aggiunto il numero uno della classe arbitrale italiana -. Credo fermamente alla partecipazione degli arbitri nelle trasmissioni, ma bisogna essere preparati. Ci sarà un confronto, ma penso che con persone di buona volontà si possa fare senza aspettare tempi biblici".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesOlimpia Milano, il programma dei playoff
Olimpia Milano, il programma dei playoff
©Getty ImagesSassuolo corsaro a Benevento
Sassuolo corsaro a Benevento
©Getty ImagesJuventus, incubo finito per Leonardo Bonucci
Juventus, incubo finito per Leonardo Bonucci
 
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala
Real Madrid-Liverpool 3-1, le foto
Torino-Juventus 2-2, le foto più belle
Lituania-Italia 0-2, le foto
Italia-Irlanda del Nord 2-0, le foto