Sacchetti, ritorno a Sassari con lapsus

L'ex coach della Dinamo si è confuso alla presentazione del suo libro.

15 Novembre 2016

Meo Sacchetti è tornato a Sassari, almeno per una sera.

L’attuale tecnico di Brindisi ha infatti presentato il suo libro "Il mio basket" e in conferenza è partito con un lapsus che ha divertito ed entusiasmato la platea: "Sono partito da Sassari… Volevo dire da Brindisi".

"L’anno scorso andai via dopo sette partite di campionato e adesso sono tornato dopo sette partite di campionato. E' uno strano scherzo del destino".

"Abbiamo fatto grandi cose. Certo, ovviamente c’è un po’ di rammarico per come è finita, ma io ho dato tanto alla Dinamo come la Dinamo ha dato tanto a me. Nessuno avrebbe pensato che Sassari avrebbe vinto lo scudetto ed è per questo che quello che abbiamo fatto non può essere considerato normale, Credo che in questo periodo ci siano delle critiche esagerate. I successi hanno fatto maturare una sorta di bocca buona e di puzza sotto il naso. Vincere però non è una cosa semplice. Questa visione è sbagliata".

"Un mea culpa? So che ora è semplice da dire, ma, se non avessi avuto ancora due anni di contratto, avrei lasciato Sassari subito dopo lo scudetto. Avevamo davvero raggiunto il massimo e non si poteva fare di più. Non mi andava però di venir meno ad un accordo che avevamo”.

©

ARTICOLI CORRELATI:

©Basket, serie A: così in tv a cavallo tra gennaio e febbraio
Basket, serie A: così in tv a cavallo tra gennaio e febbraio
©Cesare Pancotto pronto a ribellarsi
Cesare Pancotto pronto a ribellarsi
©Koponen torna in Emilia: giocherà a Reggio
Koponen torna in Emilia: giocherà a Reggio
 
Supercoppa alla Juve, le foto
Serie A: le foto di Roma-Inter 2-2
Le pagelle di Milan-Juventus 1-3
Cristiano Ronaldo schianta da solo l'Udinese: le foto
SuperMario Balotelli show: le foto
Un 2020 con tante scarpe appese al chiodo: le foto di chi ha lasciato